RdC - Destro sì, se sta meglio - 12 Apr Alessandro Sgarzi

RdC - Destro sì, se sta meglio - 12 Apr

Scritto da  Apr 12, 2018


Destro ritorna? Sì, se sta meglio. Come abbiamo riportato ieri, Mattia ha svolto un lavoro personalizzato ma sebbene Palacio si sbatta a fare il lavoro sporco, sono più le volte in cui è fuori dall'area di rigore piuttosto che le altre in cui è presente. E quando si avvicina alla porta avversaria, magari, ci arriva con poca lucidità (vedi contro la Roma).
Il rapporto con Donadoni sembra logoro (ma va?), però alle statistiche del numero 10 l’allenatore bergamasco non può voltare le spalle: secondo miglior marcatore della squadra, dietro Verdi, con 6 gol e 4 assist in 23 presenze. I suoi compagni di reparto, quali Simone e Palacio, vantano (rispettivamente) 7 gol e 7 assist in 27 presenze e 4 gol e 2 assist in 22 partite. Di Francesco, invece, non timbra dalla prima gara. Le gare in cui non si è in forma e i gol sbagliati sono sintomo di un processo interno alla persona non proprio regolare, ma il problema è che tutta la squadra è sullo stesso piano.

Nel frattempo, Donadoni recupera Nagy e Keita, in modo da sopperire alla brutta mancanza di Donsah (un mese di stop). In questo modo, l’ungherese diventa il primo cambio dopo i soliti tre (Poli, Dzemaili, Pulgar).
Possibile anche la sostituzione tra Torosidis e Mbaye, visto che il greco non ha dato certezze difensive contro Roma e Crotone.

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.