I giovanissimi del Bologna camminano a bordocampo I giovanissimi del Bologna camminano a bordocampo Foto di Pietro Pieralisi

Il weekend del Settore Giovanile – 13 Apr

Scritto da  Apr 13, 2018

 

Fine settimana fitto di impegni per le formazioni giovanili rossoblù, che disputeranno tutte il proprio turno di campionato in trasferta.

La Primavera di Emanuele Troise si scontrerà alle ore 15 di sabato con il Genoa di Carlo Sabatini, che ospiterà i felsinei presso l’impianto “Nazario Gambino”. Il Grifone viene dalla sconfitta per 2-0 giunta per mano dell’Inter ed al momento staziona in settima posizione in graduatoria. Nell’ultima uscita i padroni di casa si sono schierati con un 4-1-3-2 a trazione offensiva, modulo che potrebbe essere riproposto contro la formazione felsinea con Rollandi tra i pali, Oprut, Altare, Zanoli e Tazzer in difesa, Sibilia come centrocampista arretrato, Karic, Bruzzo e Silvestri avanzati, chiudendo con Salcedo e Zanimacchia a comporre il tandem d’attacco, con questi ultimi due da tenere sotto controllo in quanto traboccano di talento. Sabatini potrebbe però decidere di schierare i suoi con un modulo meno offensivo, ecco allora che il cambio che potrebbe essere effettuato vedrebbe variare solo gli interpreti della linea mediana, che sarebbe composta di conseguenza da Sibilia, Piccardo, Candela e Micovschi. Il Bologna invece giunge dopo la sofferta ma splendida vittoria contro la Lazio della scorsa settimana, con l’idea di formazione di Troise che non dovrebbe discostarsi troppo da quella scesa in campo contro i biancocelesti: Ravaglia estremo difensore, Mantovani, Busi, Brignani e Frabotta in difesa, Cozzari, Valencia e Kingsley a dirigere il gioco in mezzo al campo, con Mutton, Krastev e Pattarello a finalizzare la manovra felsinea.

L’Under17 di Paolo Magnani affronterà domenica alle 15 il Milan di Simone Baldo presso l’impianto sportivo di Vismara. I rossoneri al momento sono terzi in campionato e nelle ultime due giornate hanno ottenuto due pareggi contro Cagliari ed Udinese, un ruolino di marcia che rispecchia quello dei rossoblù che hanno ottenuto i medesimi risultati contro Venezia ed i cagliaritani. L’ultimo pareggio in campionato giunto nello scontro diretto contro i sardi ha lasciato sostanzialmente la situazione di classifica invariata, facendo mancare alla squadra di Magnani un importante match point in chiave playoff. Occasione ostica ma da non fallire quindi quella di questo weekend, con i petroniani pronti a schierarsi con il classico 4-3-3 che prevede Fantoni a difendere la porta rossoblù, Mazia, Portanova, Castaldi e Montebugnoli a comporre la retroguardia, Beltrame, Barnabà e Bertollo come metronomi del centrocampo, chiudendo con Rabbi e Ruffo Luci a sostegno dell’unica punta Rosso. Fari puntati su Rabbi per il Bologna e Tonin per il Milan, entrambi autori di 12 marcature in stagione.

L’Under16 di Francesco Satta incontrerà sulla sua strada questa domenica alle ore 11 l’Inter di Gabriele Bonacina, presso il complesso nerazzurro “Giacinto Facchetti”. Rossoblù che sono ancora in lizza per un posto nei playoff e che andranno a scontrarsi con la capolista, distante ben 22 punti. Nonostante ciò, i rossoblù sono una squadra scomoda che la scorsa domenica è stata in grado di mettere in difficoltà a più riprese una formazione di vertice come quella della Lazio, rischiando anche di portare a casa l’intera posta in palio in più di un’occasione. I meneghini dal canto loro nelle ultime due uscite hanno schiantato a domicilio sia il Brescia per 0-4, che la Lazio per 1-3, dimostrando di essere in forma smagliante. Il Bologna proverà ad espugnare il fortino nerazzurro schierando un 4-3-3 che con ogni probabilità vedrà impiegati Prisco in porta, Zannoni, Cudini, Orlietti e Varano in difesa, Graziano, Sanzovo e Parlanti in mezzo al campo, chiudendo con il tridente d’attacco Naddeo, Mattiolo e Fabretti. Per quest’importante gara l’attenzione sarà rivolta di certo verso Mattiolo, Bonfanti e Sakho, tutti e tre attualmente al comando della classifica cannonieri con 12 reti.

L’Under15 di Francesco Morara si troverà a sbarrarle la strada l’Inter di Paolo Annoni, sfida che si disputerà domenica alle 11 presso il centro sportivo “Giacinto Facchetti”. I meneghini attualmente conducono la classifica con 62 punti a parimerito con l’Atalanta, mentre i rossoblù stazionano in quarta posizione a quota 38 punti. Per la squadra di Morara l’ultima uscita è stata molto proficua, una vittoria di misura per 1-0 contro la Lazio che ha permesso di scavalcare in classifica il Cesena, sconfitto in casa dall’Atalanta e che questa domenica incontrerà proprio i biancocelesti. Occasione ghiotta per i felsinei per allungare ulteriormente sui romagnoli, con l’allenatore del Bologna che schiererà i suoi con il classico 4-3-3 con Ruggiu tra i pali, Cavina, Mantovani, Dimitrijevic e Rubbi in difesa, Panariello, Vanzo e Marenco a centrocampo, Lami, Bovo e Grimandi in attacco, con Spinella che è sempre pronto a rilevare uno dei titolari del tridente offensivo. Per questa partita dall’alto coefficiente di difficoltà gli occhi saranno senza dubbio puntati su Magazzù, autore sinora di 13 reti in campionato, mentre per il Bologna risponde Bovo, attualmente fermo a 6 marcature stagionali.

I Giovanissimi Professionisti Regionali affronteranno presso il campo “Cavina” di Borgo Panigale il Cesena, attualmente leader della classifica a quota 59 punti in coabitazione con il Sassuolo. Proprio i neroverdi la settimana scorsa hanno fermato i felsinei sull’1-1 nello scontro diretto che avrebbe permesso ai giovani petroniani di accorciare in maniera consistente sulle dirette concorrenti. Questo weekend invece toccherà ai romagnoli cercare di bloccare o addirittura sconfiggere il Bologna, che dista dalla vetta solo tre punti ed è un cliente scomodo per gli avversari vista la grande prolificità dei propri attaccanti, con Anatriello, Mazia, Brigliadori e Corazza capaci di segnare ben 50 reti complessive. Il Cesena d’altro canto non è da meno, potendo schierare Berti, Raimondo e Casadei, autori di 24 marcature stagionali.

 

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..