Roberto Donadoni durante gli allenamenti a Casteldebole Roberto Donadoni durante gli allenamenti a Casteldebole Valentino Orsini

#CagliariBFC - Le parole di Roberto Donadoni alla vigilia del match - 21 apr

Scritto da  Apr 21, 2018

Archiviato il turno infrasettimanale che ha visto il Bologna uscire sconfitto dallo Stadio Marassi di Genova è tempo di prepararsi alla prossima sfida. Si vola a Cagliari per la seconda trasferta consecutiva dei rossoblù e come di consueto è Roberto Donadoni a presentare la sfida nell’abituale conferenza stampa pre-partita. 

Genova prestazione buona con risultato saltato all'ultimo secondo. 

"Spesso si sentono discorsi legati a giocare bene che per me è sempre segnale di buon risultato. A Genova abbiamo fatto buona prestazione che ci deve far capire l'impronta che dobbiamo dare alla gara. Ci sono cose che si devono comunque coreggere come al non essere troppo frettolosi e gestire palla un attimo di più. I segnali sono stat positivi fermo restando che qualcosa si può ancora fare anche se avessimo vinto."

Due partite diverse quelle di Crotone e Genova 

"Le partite sono legate ad episodi, una mezza scivolata o un mezzo errore e perdi la gara. Si è molto legati agli episodi ma se devo fare una scelta chiaro che la prestazione di Genova da coraggio e morale mentre quella di Crotone lascia con l'amaro in bocca."

Cosa pensa dello striscione apparso negli scorsi giorni?

"Ci sono due possibilità. Ci sono stati due striscioni uno diverso dall'altro e ringrazio chi ci appoggia. Per quanto riguarda il primo striscione la soluzione è una che è far cambiare loro idea con le prestazioni senza attribuire a nessuno colpe o meriti. C'è solo da rimboccarsi le maniche e lavorare sodo.
Sono abituato a dire le cose senza secondi fini se poi si vogliono elaborare le cose uno è libero di farlo. "

Ci sono margini per un finale serio e portatore di punti ?

"Non ho dubbi su questo. Belle giornate bel clima e bel tempo, voglia di lavorare e dimostrare. L'anno scorso abbiamo fatto 41 punti e possiamo superarli quest'anno. 
Dobbiamo cercare di portare a casa risultati positivi per i nostri tifosi. C'è questa consapevolezza da parte di tutti i ragazzi. Peccato per chi no può contribuire a causa degli infortuni e mi auguro di avere il loro supporto morale. "

Chi le mancherà a Cagliari ?

"Non ho Destro, Donsah, Pulgar ed Helander che non pensava di essersi fatto così male."

Punti di  forza del Cagliari?

"Ci sono giocatori con alcune caratteristiche e che cercano di sfruttare il loro gioco per mettere in condizione i loro attaccanti di segnare. 
Ci sarà una squadra che punterà al risultato, credo che la partita contro l'Inter ne sia l'esempio?"

Orsolini giocherà?

"Si sta giocando le sue possibliltà, se devo dare una percentuale direi il 50%."

Impazza il toto allenatori e hanno accostato il suo nome a quello del Cagliari.

"Non ho avuto nessun aggancio e proposta da parte del CAgliari. Su Cagliari, da calciatore, ho un bel ricordo anche dal punto di vista umano. L'ho scoperto negli anni a venire quando giocavo contro il Cagliari, occasioni che mi facevano venire la pelle d'oca. Mi basta veramente poco per farmi essere molto sensibile e sentirmi poi ancora di più investito di responsabilità. "

 

 

Ultima modifica il Sabato, 21 Aprile 2018 13:30
Sara Melotti

Sarina per gli amici. Inviata multitasking, aspirante fotografa e giornalista.
Oltre alla passione per il Bologna ama la fotografia, lo sport in generale, i motori e gli animali.