Repubblica: Uno striscione pro Donadoni, gli altri tifosi vanno invece recuperati - 22 Apr

Scritto da  Apr 22, 2018

Luca Bortolotti nel suo articolo in uscita oggi su Repubblica, sottolinea un aspetto decisamente importante della realtà attuale del Bologna, ovvero che in assenza di reali obiettivi, avendo già virtualmente raggiunto quello della salvezza, si rischi di non parlare più di quando avviene in campo ma di parlare del contorno. Ed ecco che Cagliari-Bologna, che si gioca all’ora di pranzo, inizia con un antipasto durante la mezza settimana che intercorre tra il turno infrasettimanale e la partita da disputare in Sardegna, con due striscioni apparsi a Casteldebole, uno di contestazione e l’altro di sostegno. Il tecnico ovviamente non si scompone e commenta entrambi, ringraziando chi sostiene lui e la squadra e dicendo che il suo primo obiettivo ora è far cambiare idea a chi invece lo ha contestato, ma portando fatti e non parole, che lasciano sempre il tempo che trovano. Parole equilibrate che arrivano dopo l’incauta battuta sul pagare il biglietto per vedere Real o Barcellona a chi non fosse contento dello spettacolo del Bologna, una semplice battuta che però ha innescato una polemica che probabilmente prende piede da lontano e che non si riferisce alla partita di Genova, dove il Bologna non ha poi sfigurato contro la Sampdoria, anche se come ammette lo stesso Donadoni, ovviamente qualcosa da correggere c’è sempre, e che sicuramente serve più esuberanza in fase offensiva.

Ci permettiamo di tralasciare la parte finale dell’articolo, che riporta altri stralci della conferenza stampa di ieri che avete già potuto leggere sulle nostre pagine a firma di Sara Melotti.

Ultima modifica il Domenica, 22 Aprile 2018 08:30
Simone Zanetti

Simone Zanetti, parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu e web-master del sito.
Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.