Roberto Donadoni a Casteldebole Roberto Donadoni a Casteldebole Foto di Alessandro Sgarzi

CorrBo: Donadoni spegne le voci su un possibile approdo al Cagliari – 23 apr

Scritto da  Apr 23, 2018

Una partita giocata sotto un caldo che rendeva difficile molte giocate, precludendo, alle volte, anche i passaggi più elementari. Le 12.30, a Cagliari, il 22 aprile, non devono essere sicuramente piacevoli.

90 minuti di poco calcio, poi la conferenza stampa, attesa da molti. Già perché a Roberto Donadoni è stato chiesto un parere (perché parlare di conferma o smentita pare eccessivo) sulle voci che circolano da qualche giorno che lo vorrebbero nuovamente sulla panchina proprio degli isolani.

Un’altra domanda, personalmente, posta nel momento sbagliato, sia per quanto riguarda la situazione ospiti sia quella dei padroni di casa. Il tecnico rossoblù ha smorzato i toni, sottolineando come, a questo punto della stagione, sia giusto concentrarsi su altro. Nulla di più vero, ci lamentiamo quando sono i giocatori oggetto del mercato anche fuori dai mesi estivi, perché non farlo coi Mister?

Settimana prossima a Bologna arriva un Milan che, dopo una partenza fulminante, si è spento piano piano, quasi come se la benzina nel motore fosse davvero poca. La squadra di Gattuso, a parte la grinta del già citato condottiero milanista, ha poco di più, a livello di gruppo.

Servirà concentrazione e poca paura, come sottolineato ieri da Donadoni in sala stampa, anche perché il primo obiettivo stagionale (la salvezza) è stato raggiunto: ora bisognerà provare a migliorarsi.

E ciò che sembra mancare, al Bologna in questo momento, è proprio il coraggio: la spregiudicatezza di provare giocate offensive che, ora come ora, latita in modo incredibile.

Il poco coraggio nel gettare nella mischia, con Poli acciaccato, un ragazzino del ’99, così come stanno facendo quasi tutte le squadre dal settimo al quindicesimo posto.

Subentra la paura di sbagliare, ma chi non sbaglia non cresce: ecco l’aspetto sul quale lavorare il prossimo anno, indipendentemente dall’allenatore che guiderà i rossoblù.

Fonte: Corriere di Bologna

Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.