RdC - Casteldebole, ore 11: inizia la conta per #BFCMilan

Scritto da  Apr 25, 2018

Oggi alle 11, campo centrale di Casteldebole, inizia la conta, la marcia di avvicinamento alla partita che rappresenta l'ultima chanche per il Bologna di battere, in questa stagione, una big, redimendo (per quanto molto parzialmente) il percorso di un non esaltante girone di ritorno. Alle 11, campo centrale di Casteldebole, le porte saranno aperte per tutti coloro che vorranno esserci, celebrando in maniera differente la Festa della Liberazione. Anche Donadoni inizierà a "contare" chi sarà disponibile dei suoi giocatori per il big match contro il Milan, ultima piece teatrale di una stagione dai toni agonistici non vividi e dai risultati altalenanti, che pur tuttavia hanno permesso il raggiungimento degli obiettivi societari, cioè il mantenimento della categoria e un piccolo balzo avanti in classifica. Chi potrebbe non rispondere "presente" è il difensore centrale Romagnoli, uscito dalla Sardegna Arena con un problemino muscolare e che proverà a verificare ( ma senza forzare) la sua disponibilità per la partita contro i rossoneri. Ad una incerta notizia se ne abbina una più rassicurante: Pulgar, ristabilito dal problema fisico che lo aveva tenuto lontano dal campo per due turni, è pronto per riconquistare una maglia da titolare e finire in crescendo il suo personalissimo campionato. Per Destro l'ottimismo lascia ampio spazio al "possibilismo" di vedere l'attaccante di Ascoli almeno in panchina. Il resto degli occupanti l'infermeria verrà attentamente vagliato dallo staff medico, ma con poche possibilità di recupero. Intanto, a più di 4 giorni dalla partita contro i ragazzi di Gattuso, la società fa sapere che si è già superata quota 20mila presenze, con l'obiettivo dichiarato di toccare quota 25mila spettatori: una bellissima cornice che speriamo contribuisca ad uno spettacolo di livello fra due squadre che hanno fatto la storia del calcio italiano.

 

(Fonte Massimo Vitali - RdC - Photo Alessandro Sgarzi)

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"