CorrBo - No al Cagliari: Donadoni resta convinto di Bologna e non vuole mollare - 25 Apr

Scritto da  Apr 25, 2018

Tommaso Giulini sta pensando seriamente a Roberto Donadoni. Anche in caso di salvezza, è sicuro che Diego Lopez non sarà riconfermato e il presidente del Cagliari avrebbe come primo obiettivo quello di portare nell'isola Donadoni: a Cagliari questa indiscrezione è diventata voce di popolo da un paio di settimane e non a caso, i giornalisti locali hanno posto questo interrogativo all'attuale allenatore del Bologna alla fine della partita di domenica.

C'è di più: Giulini e Donadoni si conoscono da tempo, anche se il presidente del Cagliari è appartenuto all'altra metà di Milano legata all'Inter. Già prima che lo chiamasse il Bologna, Donadoni venne sondato dallo stesso Cagliari, ma la riposta fu negativa a differenza dell'apertura immediata che regalò a Joey Saputo.

Se la corte del Cagliari dovesse continuare, la sensazione è che Donadoni dirà no a Giulini. Non intende mollare e Saputo è dalla sua parte: queste le parole di Claudio Beneforti, sulle pagine del Corriere. Donadoni non ha cambiato opinione né su Bologna né sul Bologna. Convinto di club e città, il tecnico andrà via solo se il governo rossoblù non rispetterà il contratto in essere. 

Al di là delle difficoltà ambientali con le quali deve convivere, Donadoni mette ancora il Bologna in cima ai propri pensieri senza dimenticare quello che è il suo rapporto (forte) con Saputo. Sì perché va sottolineato che, sotto le Due Torri, Donadoni lo ha voluto il chairman in prima persona e solo di fronte a una proposta allettante proveniente dall'estero, l'attuale tecnico del Bologna potrebbe lasciare Casteldebole nel corso dell'estate. 

 

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 25 Aprile 2018 09:49
Francesco Foschini

Laureato in legge senza amore per la materia, due passioni su tutte: i libri e lo sport. Sogno un futuro da giornalista, vivo un presente da tifoso