Stampa questa pagina

Le parole di Orsolini e Pulgar in Mixed Zone – 29 apr

Scritto da  Apr 29, 2018

Oggi, allo stadio Renato Dall’Ara è sceso in campo un buon Bologna che ha retto il gioco la prima mezz’ora di match ma, dopo il primo gol, i ragazzi sono andati completamente in confusione. Il resto della partita? Gioco passivo, retropassaggi continui fino a Mirante, poca corsa ed ecco l’ottava sconfitta in casa. ll Bologna può lamentarsi solo per l’oscuro annullamento del momentaneo 1-1 al 38’ del primo tempo per un fallo di mano di Palacio involontario e sanzionato nonostante l’intervento del Var, il resto lo ha fatto tutto da solo. La striscia senza vittorie contro le big si allunga, si interromperà a Torino?

Riccardo Orsolini ha commentato la partita con il Milan in Mixed Zone: “È la seconda volta quest’anno che mi viene annullato un gol dopo l’esame del Var (La prima quando giocava nell’Atalanta. N.d.R.). Brutta botta, avevamo ripreso subito il risultato ed era giusto così. Ho rivisto le immagini in spogliatoio e francamente non ho capito il perché dell’annullamento, mi sembra molto dubbio, mi dispiace tanto. Anche oggi ci è mancato poco per portare a casa punti, abbiamo giocato un buon calcio prendendo però due gol con due tiri, così ci resta molto rammarico ma sarà il caso di pensare subito alla partita con la Juventus. In queste ultime due partite ho giocato quinto a destra a centrocampo e terzo d’attacco a sinistra, voglio adattarmi a tutto quello che mi chiede il Mister perché significa che serve alla squadra. Bologna è una piazza che pretende impegno, sacrificio e attaccamento alla maglia, e da questo punto di vista ci siamo: ci mancano un po’ di cinismo e cattiveria sotto porta per fare più risultati. Il Mister ha espresso di recente un suo giudizio su di me e lo accetto di buon grado, ci siamo parlati di persona e voglio crescere e migliorare da ogni punto di vista”.

Anche Erik Pulgar ha parlato ai nostri microfoni: “È un peccato perché è successo molte volte di giocare partite in casa contro grandi squadre e non riuscire a fare punti. È vero che il Var non ci ha quasi mai aiutato. A Napoli un fallo di mano di Koulibaly uguale a quello di Palacio oggi non venne sanzionato allo stesso modo, mentalmente è fastidioso. Ci siamo ritrovati sotto di due gol, la rete di De Maio ci ha dato fiducia e, muovendo bene la palla, siamo stati pericolosi, anche se non abbiamo trovato il pareggio. Ora pensiamo alla Juventus: per loro sarà una partita decisiva ma anche noi dovremo farci trovare pronti”.

 

(foto:quotidiano.net)