RdC - #UdineseBfc: battaglia di numeri 9 - 19 mag

Scritto da  Mag 19, 2018

 

 

Il campionato 2017/18 è ai titoli di coda, momento in cui ci si permette di fare ampie riflessioni su quello che è stato e quello che potrà essere (la prossima stagione, ndr), provando come sempre a fare meglio. Ma domani sarà anche il momento di Udinese-Bologna, ultimo atto della massima serie, una partita che può avere ancora momenti di interesse o diventare vetrina per qualche giocatore che potrebbe giocarsi il suo futuro, in rossoblù o altrove. Uno di questi giocatori potrebbe essere Felipe Avenatti, la cui stagione dire che è stata travagliata è poco. La situazione clinica, prima, e il dovere recuperare una situazione psico-atletica, soprattutto in una categoria in cui mai si era cimentata, ha reso il percorso di crescita di Felipe non poco complicato, tanto che ancora adesso, alla 38sima giornata di questo lungo campionato, la dirigenza rossoblù si sta interrogando se riscattare il ragazzo dal Deportivo Luqueno per 2,5 milioni di euro e tenerlo o mandarlo in prestito a giocare per permettergli di consolidare il suo cammino di crescita. Udine, per l'attaccante di Montevideo, diventa quindi un crocevia, un'opzione importante, un'occasione da non fallire, per staccare l'ultima possibile "green card" di permanenza a Casteldeboland. E complice l'infortunio di Destro e l'affaticamento di Palacio, a Felipe, molto probabilmente, verranno consegnate le chiavi dell'attacco, contro una squadra con cui si potrà misurare e far emergere il suo talento. Talento che il suo omologo di domani, in maglia bianconera, ha già espresso ormai in maniera compiuta: trattasi di quel Kevin Lasagna che a Udine ha trovato la sua consacrazione definitiva, segnalandosi, in questa stagione, per 14 reti e 6 assist, fra campionato e Coppa. E su Kevin la dirigenza rossoblù ha puntato gli occhi, per sostituire Destro (in partenza) e Palacio, che probabilmente non resterà alla scadenza del contratto. Il Bologna sta seguendo per l'attacco anche Nicolas Castillo (attaccante dei Pumas e punta della nazionale cilena), che però vuole giocare in una squadra che punti all'Europa (e in questo momento il Bologna non è quel tipo di squadra) e Manolo Gabbiadini, che difficilmente lascerà il Southampton, dopo il goal salvezza segnato contro lo Swansea. Per questo le quotazioni di Kevin in rossoblù salgono, visto anche che oggi il suo prezzo è abbordabile (5 milioni, fonte Transfermaket, ma crediamo che vadano messi in conto due o tre milioni in più) e che il suo essere attaccante di movimento, possa essere funzionale al gioco di Donadoni, se rimarrà il tecnico bergamasco. Per questo, domani alla Dacia Arena, i due coetanei (Felipe e Kevin hanno la stessa età) si sfideranno con la possibilità per uno dei due di essere il futuro rossoblù della prossima stagione. Ma per adesso gustiamoci i prossimi e ultimi novanta minuti: c'è tempo per le sentenze di mercato e per i sogni dei tifosi, almeno fino al 18 di agosto.

 

(Fonte Marcello Giordano - RdC - Photo Alessandro Sgarzi)

Ultima modifica il Sabato, 19 Maggio 2018 09:09
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"