RdC - Bologna: l'ora delle scelte. Il futuro del tecnico è nelle mani di Joey Saputo - 23 Mag

Scritto da  Mag 23, 2018

C'è un proprietario arrabbiato, un allenatore sotto scacco e una città che chiede quale strada intende imboccare il Bologna. Tutto lavoro per Joey Saputo, che oggi sbarca in città e subito affronterà le varie questioni sul tavolo: (in ordine di importanza) futuro di Donadoni, caso Verdi, restyling del Dall'Ara e scelta del main sponsor.

Il chairman resterà in città fino alla fine della settimana, orientato a comunicare le sue decisioni in una conferenza stampa di fine stagione. Oggi dovrebbe essere il giorno del faccia a faccia con il tecnico: Saputo ascolterà il proprio allenatore e gli chiederà conto di una seconda parte di stagione costellata da troppe sconfitte.

Deluso anche dal rendimento degli Impact, inchiodati lunedì alla nona sconfitta (su 12 partite) in campionato, nelle ultime ore il patron rossoblù ha rotto il silenzio per sparare a zero contro la sua creatura canadese: "Non sono contento, spendiamo molto senza risultati. Nessun giocatore è intoccabile".

Sono le parole che vorrebbero ascoltare anche i tifosi del Bologna in coda ad un'annata in cui da portare a casa rimane solo la salvezza. E la crescita dei giovani? E il bottino di punti da migliorare? Rimandati a data da destinarsi. Considerato che anche Fenucci, Bigon e Di Vaio hanno preso le distanze dal tecnico, difficile immaginare che Saputo possa digerire questa minestra: resta da capire se ascolterà il proprio management o deciderà di testa sua. 

 

 

 

(Massimo Vitali - RdC)

Ultima modifica il Mercoledì, 23 Maggio 2018 09:49
Francesco Foschini

Laureato in legge senza amore per la materia, due passioni su tutte: i libri e lo sport. Sogno un futuro da giornalista, vivo un presente da tifoso