Corrbo - Mercato: Adam pronto a volare verso la perfida Albione? - 9 giu

Scritto da  Giu 09, 2018

 

 

La "fascia sinistra" del Bologna è pronta a cambiare padrone: per un Mitchell Dijks che arriva dall'Ajax, dopo essersi svincolato dalla squadra di Amsterdam, un Adam Masina in partenza, pronto ad accettare le lusinghe della squadra del Watford (squadra che gioca nella Premier inglese e che fa parte della galassia della famiglia Pozzo, che detiene anche il Granada, nella Liga spagnola, e l'Udinese, nella nostra serie A). Il ragazzo di Galliera, frutto del vivaio rossoblù, non ha accettato le proposte di prolungamento da parte della dirigenza felsinea, che si è vista così costretta a vendere Masina in questa sessione di mercato, per non perderlo a zero il prossimo giugno, data di scadenza del suo contratto. La proposta più concreta, in termini economici, viene da oltre manica, dal Watford, dove la cifra messa sul piatto della trattativa si avvicina agli 8 milioni (bonus compresi), una offerta tale  che ha scoraggiato i tentativi di inserimento da parte di Lazio ed Everton, squadra il cui attuale manager dei Toffes (Marco Silva) era, lo scorso anno, proprio l'allenatore degli "Hornets" (il nick affibbiato ai giocatori del Watford per via della casacca giallo nera della squadra, che li fa assomigliare a dei calabroni). Quindi dai primi di luglio il terzino rossoblù dovrebbe volare in Inghilterra, per giocare nel massimo campionato inglese. Bigon si era già cautelato per l'evenienza, mettendo sotto contratto Dijks, che in un'intervista rilasciata nel suo paese aveva affermato di aver pensato di poter lasciare il calcio giocato per un periodo di tempo, viste le difficoltà incontrate con la sua ex squadra (Ajax), essendo finito al margine del progetto dei Lanceri. Poi la chiamata del Bologna e la voglia di riscatto di Mitchell, che si definisce entusiasta della nuova avventura, hanno portato il terzino sinistro ad abbracciare il progetto rossoblù. Adesso Bigon è in cerca di un'alternativa a Dijks sulla fascia sinistra, visto che a luglio Keita non verrà riscattato e tornerà al Birmingham, lasciando così l'organico bolognese sprovvisto di un cambio per l'olandese: un nome possibile è quello di Antonelli, che ha ancora un anno di contratto col Milan, e che il "possibile e futuro" allenatore del Bologna, Pippo Inzaghi, ha già allenato. Ma anche di questo se ne parlerà alla fine dei play off di serie B, dopo che il Venezia avrà finito il suo campionato. 

 

(Fonte Alessandro Mossini - CorrBo - Foto Alessandro Sgarzi)

Ultima modifica il Sabato, 09 Giugno 2018 09:38
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"