Corrbo - Inzaghi non molla Donsah - 9 giu

Scritto da  Giu 09, 2018

 

 

Filtrano spifferi dalle segrete stanze di Casteldebole: se Super Pippo sarà l'allenatore del "Bologna che verrà", la sua intenzione sarebbe quella di confermare Godfred Donsah per i suoi moduli, 4 3 3 o 3 5 2, conoscendo perfettamente le capacità del ghanese di imprimere poderosi strappi e accelerazioni al gioco e non sottovalutando la fisicità che il ragazzo (che ha appena compito 22 anni) può mettere in campo. A Bigon, per ora, non sono arrivate argomentazioni economiche tali da imporsi alla sua attenzione (leggasi offerte da parte di altre squadre) e la volontà del nuovo allenatore farà la differenza. Si perché Inzaghi utilizzerebbe Donsah nello stesso ruolo in cui oggi, nel suo Venezia, gioca Falzerano, un 91 esterno destro, che ha avuto la sua consacrazione quest'anno con il Mister ex Milan; Falzerano,  con le sue capacità di allungare e accorciare la squadra, ha dato una forte mano al suo mister (qualcuno lo addirittura paragonato al primo Giaccherini) a costruire la classifica del Venezia, che ha permesso ai lagunari di arrivare nei play off per la Serie A. Ma Inzaghi, sussurrano sempre le medesime stanze dove in questi giorni si stanno decidendo le pagine del futuro Bologna, non si fermerebbe a Donsah: avrebbe chiesto di poter verificare le condizioni di Luca Rizzo, che potrebbe giocare nel 4 3 3 come esterno alto sia a destra che a sinistra, ma anche come esterno di centrocampo nel 3 5 2. Questa sua duttilità, se le sue condizioni fisiche saranno ottimali, potrebbero essere utilissime al nuovo Bologna. Infine capitolo Di Francesco: è stato considerato incedibile, mettendo così fine alle richieste di Mister Gasperini, che lo voleva all'Atalanta. Un talento da continuare a far crescere all'ombra delle Due Torri.

(fonte Claudio Beneforti - Corrbo - Photo Alessandro Sgarzi)

Ultima modifica il Sabato, 09 Giugno 2018 13:06
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"