Calciomercato Bfc - Masina al Watford, Dimarco il sostituto - 15 giu

Scritto da  Giu 15, 2018

Filippo Inzaghi è deciso in conferenza stampa: “La squadra va rinforzata”.
Il Direttore Sportivo Riccardo Bigon è all’opera proprio per accontentare il nuovo allenatore rossoblù. La chiave per un mercato di successo parte però dalle cessioni. La dirigenza felsinea punta a far cassa con i proprio gioielli per poi reinvestire totalmente il guadagnato. Il trasferimento di Verdi al Napoli ha già portato una ventina di milioni, mentre la cessione di Ferrari alla Sampdoria porterà nel 2019 altri 4,5 milioni.
Il prossimo giocatore ad essere ceduto sarà Adam Masina. Tra Watford e Bologna c’è un accordo di massima sulla base di 8 milioni, bonus compresi, e secondo Sky Sport UK il classe 1994 starebbe svolgendo le visite mediche proprio in questo momento.
La firma del nuovo contratto con il club di Premier League sembra sembra sempre più vicina e Bigon ha già pronto il sostituto del terzino 24enne, ovvero Federico Dimarco. Il classe 1997 è stato ceduto dall’Inter al Sion per motivi di fair play finanziario, ma secondo Sky Sport il trasferimento a Bologna potrebbe avvenire per una cifra intorno ai 7 milioni. L’affare sarebbe molto vicino alla conclusione, ma chiaramente bisogna attendere l’esito dell’operazione Masina.
Intanto, si muovono tantissimi club per Erick Pulgar. Il cileno fa gola soprattutto a Fiorentina e Sassuolo, entrambi pronti a fare una offerta. La trattativa non sarà affatto facile visto che il Bfc chiede 13 milioni. Tuttavia, se il mediano dovesse lasciare le Due Torri, Bigon ha già pronto Leo Stulac come sostituto. Il centrocampista piace tanto infatti ad Inzaghi, che l’ha avuto con sé per due stagioni al Venezia. Stulac potrebbe arrivare anche a prescindere dalla cessione di Pulgar, ma un rossoblù dovrà comunque essere piazzato altrove per questioni di spazio in rosa.
La rivoluzione bolognese coinvolge un po’ tutti i reparti, senza risparmiare nemmeno la porta.
Angelo Da Costa dovrebbe lasciare Bologna e al suo posto è gara tra Audero della Juventus e Milinkovic-Savic del Torino. Entrambi i portieri arriverebbero però solamente a titolo temporaneo, mentre Bigon vorrebbe inserire almeno il diritto di riscatto per non lasciarsi scappare gratis questi due talenti giovanissimi.
In difesa potrebbe partire invece Sebastien De Maio, che piace a Parma ma soprattutto a Udinese. E in queste ore si starebbe pensando ad un clamoroso scambio De Maio-Danilo. Per ora si tratta di una ipotesi remota, ma che potrebbe prendere quota da un momento all’altro.
In attacco invece viene accostato al Bologna un vespaio di nomi. Si parla di Roberto Inglese, ma il Napoli non abbassa le proprie pretese e dunque al momento è una pista impraticabile. Kevin Lasagna, Alberto Paloschi e Gianluca Lapadula sono tre profili che calzano a pennello con il prototipo di attaccante ricercato da Inzaghi. In particolare, la punta della Spal è quella più gradita al tecnico felsineo, anche se non va dimenticato il prezzo dell’ex Chievo.
E ricordiamo inoltre che la rosa del Bologna può contare su Mattia Destro, centravanti pagato 15 milioni solamente tre anni fa e che percepisce 1,7 milioni a stagione. Destro va recuperato, ma se non dovesse convincere Inzaghi, la sua cessione sarebbe inevitabile e Bigon concentrerebbe i propri sforzi per tentare di acquistare uno tra Paloschi, Lapadula e Lasagna. Seguiranno aggiornamenti.
Intanto si parla di un possibile ritorno di fiamma per Jonathan Calleri, proposto ai rossoblù nelle ultime ore. Il calciatore offensivo interessava ai petroniani nel mercato di gennaio.
Il Benevento invece si fa sotto per i due bolognesi Felipe Avenatti e Cesar Falletti. I due potrebbero ripartire dalla B, ma le valutazioni di Inzaghi faranno maggior chiarezza sul loro futuro.

Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!