Lukasz Skorupski Lukasz Skorupski Tuttosport

L’identikit: Lukasz Skorupski – 22 Giu

Scritto da  Giu 22, 2018

La carriera

Lukasz nasce a Zabrze il 5 Maggio 1991, è una città della Slesia, situata nella parte sud del paese. Inizia a muovere i primi passi calcistici all’età di 7 anni, quando si aggrega alle giovanili del Pogoń Zabrze. Dopo 5 anni cambia squadra, giungendo nel 2003 al Górnik Zabrze, squadra più titolata del paese, che lo promuove in prima squadra agli albori della stagione 2008/2009. Per tutelare il giovane talento, il Górnik decide di mandarlo in prestito al Ruch Radzionkóv, formazione militante nella quarta lega polacca. L’estremo difensore trae giovamento dall’esperienza, disputando 11 gare, con solo 8 reti subite e ben 4 partite a reti inviolate. Dopo mezzo anno ritorna alla base, rimanendo in prima divisione polacca fino al 2013, dove mette insieme numeri importanti: in 57 presenze, concede solo 59 goal, facendo registrare ben 17 “clean sheets”. Le sue prestazioni sopra la media attirano l’attenzione della Roma, che ne acquisisce le prestazioni a titolo definitivo, salvo poi girarlo in prestito all’Empoli nel 2015. In Toscana il giovane talento polacco trova la sua dimensione, divenendo un punto fermo della formazione azzurra. In due anni, sotto la guida prima di Giampaolo e Martusciello, in 67 presenze subisce 100 reti, mantenendo la porta inviolata in ben 19 occasioni. Costretto a capitolare e ad abbandonare la Serie A nel 2017, dopo la retrocessione dei toscani ritorna alla Roma, con cui rimane per tutta la stagione appena trascorsa. In giallorosso per lui 16 volte da titolare nella Capitale, dove ha respirato anche l’aria d’Europa, concedendo 21 marcature agli avversari, tenendo a zero il conto dei goal avversari in 3 occasioni. Il capitolo Nazionale per lui è ancora tutto da scrivere: nonostante abbia fatto parte delle selezioni Under20, Under21 e della Nazionale Maggiore, è sceso in campo solo in 10 occasioni.

Caratteristiche fisiche e tecniche

Fisico imponente, abbina 187 centimetri di altezza ad un peso di 84 chilogrammi, una corporatura che però non lo penalizza sul piano atletico. Portiere con una forte personalità, tiene in ordine la difesa, aiutando la gestione della fase di non possesso del reparto arretrato. Tecnicamente eccellente, è in grado di compiere parate acrobatiche sia con la mano di richiamo, che con la mano “forte”. Dotato di un senso della posizione eccellente, fa dell’esplosività il suo punto di forza, riuscendo a giungere con poderosi balzi su quasi ogni pallone diretto verso lo specchio della porta. Duttile, sa unire interventi efficaci a mano aperta a prese complicate, coniugandole con un perfetto tempismo nelle uscite per fermare le offensive avversarie. Portiere completo, anche nell’uno contro uno si distingue per la freddezza nel contrastare gli avversari, rendendolo al netto di tutte le sue altre caratteristiche uno dei portieri più interessanti della Serie A.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..