Mattias Svanberg Mattias Svanberg

Resto del Carlino - Primi su Svanberg - 4 lug

Scritto da  Lug 04, 2018

Nel silenzio, a fari spenti. Esattamente come dovrebbe fare un bravo Ds, quando punta la "preda" da sottrarre alla concorrenza. L'operazione Svanberg nasce qualche mese fa, nel più rigoroso silenzio e anonimato: osservatori rossoblù osservano più volte Mattias Svanberg (19, centrocampista titolare del Malmo nonostante la sua giovane età), Filippo Inzaghi benedice questo acquisto, mettendo Mattias, vero talento emergente,  come una delle mosse "da fare" di mercato e il resto lo gestisce la società. Quasi 5 milioni per il suo cartellino (la "mossa" ci pare, pur con le dovute differenze, molto simile all'arrivo di un altro giovanotto dall'Uruguay di qualche anno fa, che arrivò per una cifra simile sotto le Due Torri), con contratto quinquennale.  Così  Mattias, ieri, si è presentato in città pronto per le visite di rito (quelle mediche, non quelle per gustare i tortellini, per cui avrà tanto tempo, ndr) ed è già pronto per infilarsi sul pullman che lo porterà, insieme ai compagni in ritiro a Pinzolo. Gli addetti del mercato parlano di un giovane talento, mezzala o esterno, col vizietto del goal e una gran tecnica (e il costo per il cartellino lo sta indicare). Svanberg vanta già 47 presenze nella squadra del Malmo (impreziosite da 2 apparizioni in Champions league) 11 reti e 12 assist, numeri che lo pongono alla massima attenzione agli specialisti del mercato: e qui diciamo bravo a Riccardo Bigon, che è arrivato primo sulla concorrenza (che in questo caso si chiamava Juve, Milan, Torino e gli inglesi dell'Everton), garantendo al Bologna un ottimo giocatore.

 

(fonte Marcello Giordano - Rdc - Photo Fotbolltransfer.com)

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Luglio 2018 08:00
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"