Sopra, Federico Mattiello; sotto, Andrea Rispoli Sopra, Federico Mattiello; sotto, Andrea Rispoli Mediagol (pic. Mattiello); Hellaslive (pic. Rispoli)

Mattiello o Rispoli? Il Bologna deve decidere

Scritto da  Lug 12, 2018

 

 

Il Bologna si trova tra due fuochi per la stessa fascia. Andrea Rispoli e Federico Mattiello sono i principali indiziati per diventare i padroni della corsia di destra nel già collaudato 3-5-2 di Inzaghi. Molto probabilmente non arriveranno entrambi, ma allo stesso tempo Bigon e Di Vaio sembra che stiano lavorando assiduamente sui due fronti: Alfredo Pedullà ha riportato che il terzino del Palermo ha già un’intesa di massima coi rossoblù; fonti vicine all’ex giocatore della SPAL, invece, affermano che la trattativa pare sia vicina alla conclusione. Ma quali sono le differenze tra i due?

Innanzitutto, Rispoli ha 29 anni ed è nel pieno della sua carriera. Non è riuscito a centrare la Serie A dalla porta di servizio, siccome nella fine dei playoff il Frosinone è riuscito a ribaltare il risultato del Barbera dell'andata. Sebbene sia dotato di grande corsa e di un modesto senso del gol, il terzino ha vagato molto nelle ultime stagioni (soprattutto in prestito), non riuscendo a trovare una certa continuità.
Mattiello, invece, compirà 23 anni tra due giorni ed è rientrato all’Atalanta dopo l’ultima stagione in prestito alla SPAL. Anche il suo passato, sebbene più concentrato, è stato burrascoso: dopo la frattura alla tibia che l’ha tenuto fuori causa per ben 339 giorni è stato comprato dagli orobici (e girato in prestito), sebbene la Juve abbia ancora il diritto di recompra.

Il ritiro dei rossoblù, a Pinzolo, è iniziato da sei giorni e sappiamo quanto piaccia a Bigon (come lui stesso ha dichiarato) iniziare la stagione con gran parte della rosa già composta. La situazione, quindi, dovrebbe sbloccarsi a giorni.

Ultima modifica il Giovedì, 12 Luglio 2018 10:31
Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.