Falcinelli, autore del goal del pareggio Falcinelli, autore del goal del pareggio Alessandro Sgarzi

Resto del Carlino - Bologna ancora imballato, regala al 91simo la vittoria all Huddersfield: 1 a 2

Scritto da  Ago 01, 2018

 

 

Del risultato, già detto nel titolo, non parleremo più: rimane la sensazione che i carichi delle prime tre settimane siano ancora scorie nelle gambe dei giocatori che hanno faticato per tutto il primo tempo con un avversario finalmente di rango. L'Huddersfield Town, sedicesima nell'ultima stagione in Premier, è squadra scorbutica che gioca ad un calcio molto fisico e questo si è visto nel primo tempo, dove i nostri hanno fatto fatica ad ingranare. Diverso il secondo tempo dove l'equilibrio è stato maggiore e si sono viste trame di gioco rossoblù migliori e più efficaci, ma la strada è ancora lunga. Sui singoli le considerazioni sono presto fatte: bene la difesa (le reti inglesi sono figlie di episodi, un rigore generoso e un ultimo tentativo all'ultimo respiro), dove Calabresi denota sempre maggiore personalità nel comandare un reparto non semplice e, soprattutto, di nuovo assemblaggio. Malino le fasce, dove Dijks (che "regala" il rigore del vantaggio) e Krafth denotano ancora scarsa confidenza col ruolo e la conseguente necessità di lavorare maggiormente su alcuni meccanismi che rendano la presenza un completamento del reparto difensivo, nella fase di non possesso. A centrocampo sale il valore di Pulgar: il cileno è il perno della mediana e se si spegne lui sono dolori. Molto bene Falcinelli, moto continuo in attacco e inventore di un bel goal, che porta il pareggio momentaneo in casa rossoblù. Su Destro il giudizio è da rivedere: ancora non "splende" e rischia di sfigurare al cospetto del compagno di reparto, maggiormente volitivo e incisivo. Da Mattia Pippo (e tutti noi, ndr) si aspetta molto di più. Sabato spazio all'altro Bologna: poi nel giro di pochi giorni si inizierà a fare sul serio, con le partite che contano e che portano i 3 punti; sarà quindi giunto il momento delle scelte, anche quelle dolorose.

Ma queste sono le regole del  mercato, questo è il calcio.

(Fonte Massimo Vitali - Rdc )

 

Ultima modifica il Mercoledì, 01 Agosto 2018 07:51
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"