Trofeo "Città di Vignola", Bologna - Parma 1-0: buon debutto per i rossoblù di Troise. Gol di Cossalter.

Scritto da  Ago 06, 2018

 

 

Ricomincia la stagione anche per la Primavera di Troise, che si trova impegnata nel Torneo "Città di Vignola", giunto quest'anno alla 50esima edizione. L'avversario di serata è il Parma allenato da Mister Catalano. 

Un primo appuntamento utile, per i felsinei, per testare la condizione dopo le prime settimane di allenamenti e per iniziare ad affinare i meccanismi che verranno provati e riprovati in campionato: obiettivo guadagnare la Promozione. 

Troise schiera un 3-4-2-1 molto mobile e duttile, che vede una difesa a 3 composta da Kastrati, Portanova e Busi, di modo da iniziare ad "assomigliare" alla prima squadra. In porta Pirana, in avanti il talento di Stanzani e Cossalter a supporto di Uhunamure. Visconti, un altro dei neo acquisti, si posiziona sulla fascia sinistra; sulla fascia opposta Mantovani, in mediana Capitan Cassandro e Mazza. 

Dopo una punizione pericolosa battuta in area che non trova nessuno, il Bologna sblocca una gara tutta muscoli e corsa: pallone filtrante di Uhunamure che trova Cossalter, bravo a incrociare e a portare avanti i suoi dopo venti minuti. 

Debutto con gol per l'ex Union Feltre, che si dimostra da subito in grado di graffiare le retroguardie avversarie. 

Il Bologna riesce spesso a sfondare sulla sinistra, grazie alle folate di Visconti e ai dribbling di Stanzani, bravo ad abbassarsi sulla linea dei centrocampisti in fase di non possesso. È da lì che i felsinei riescono a trovare la superiorità numerica e a collezionare occasioni pericolose, pur trovando il tiro solamente in occasione del gol. 

Ripresa che si apre con gli ingressi di Piccardi e Krastev, al fine di sfruttare la superiorità fisica del bulgaro. 

È Cassandro che va vicino al gol, su sviluppi di calcio d'angolo, con un potente destro che si spegne alla destra del portiere. Sempre da azione di corner è Krastev, al 50' a sfiorare la rete con un colpo di testa che termina di poco alto. Debutta anche Padovan, prelevato dalla Virtus Entella, che rileva Portanova. 

Parma che nei primi 60 minuti, nonostante una cattiveria agonistica invidiabile, non è mai riuscito a creare problemi a Pirana, pressoché a riposo per quasi tutto la gara. 

Corvi si concede una gitarella fuori area, rifilando un tunnel a Santoro ma rischiando di subire gol da metà campo da Mantovani. 

Poco dopo la prima occasione ducale: Tardivo esplode un destro da fuori area con la sfera che sibila a lato. 

Con l'ingresso di Benincasa, che si affianca stabilmente a Krastev, Stanzani si posiziona a centrocampo, con Mazza che prende le redini del centrocampo ed eredita la fascia da capitano. 

L'impatto dei 2001, ex Under 17, è stata qualitativamente e quantitativamente di livello ottimo, con Benincasa e Santoro bravi a disimpegnarsi tra le maglie canarino. 

L'occasione per il pareggio parmense capita sui piedi di Davitti che, a tu per tu con Pirana, spara addosso al portiere brasiliano, a soli due minuti dalla fine. 

Match inaugurale che si conclude con l'ultima conclusione ducale sparata alla stelle. 

Bologna che tornerà in campo giovedì contro il Sassuolo: esordio convivente, ora bisogna continuare così. 

TABELLINO DELLA GARA, tempi da 40 minuti. 

BOLOGNA: Pirana; Kastrati, Portanova (52' Padovan), Busi; Mantovani, Cassandro (59' Santoro), Mazza, Visconti (40' Piccardi); Cossalter (59' Benincasa), Stanzani; Uhunamure (40' Krastev) 

A disposizione di Mister Troise: Fantoni, Barnabá, Mazia, Rosso, Beltrame

 

PARMA: Corvi; Rocchi (56' Togola) , Botturi, Di Maggio, Vecchi; Patacchini (44' Tardivo), Daloia (68' Madonna), Fagundez Rosa; Kasa, Alagna (68' Davitti), Colley (65' Martino)

A disposizione di Mister Catalano: Bagheria, Bisagni, Lucarelli, Bane, Palmieri, Montipó, Pelle, Martino

 

MARCATORI: 19' Cossalter

AMMONITI: Portanova (B), Busi (B), Botturi (P), Daloia (P) 

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 06 Agosto 2018 22:40
Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.