Attacco, difesa ed esuberi: il calciomercato del Bologna non è ancora finito

Scritto da  Ago 08, 2018

Rinforzare l’attacco, sfoltire la rosa e ritoccare la difesa: il calciomercato del Bologna ancora non è finito. Il Ds Bigon ha ancora parecchio lavoro da fare e questi ultimi nove giorni potrebbero sviluppare diverse trattative lasciate in sospeso.

In primis c’è la questione Mattia Destro. Il ragazzo ha capito di non essere più la punta titolare del Bologna, e per questo motivo sta lavorando con il suo entourage per trovare una nuova sistemazione. Al momento è il Parma la squadra più vicina a Destro.
Qualora l’ex Roma lasciasse Bologna, la dirigenza felsinea cercherà di trovare un sostituto. Le piste più battute nelle ultime ore sono Mario Balotelli, Gianluca Lapadula e Riccardo Saponara. L’ex Inter e Milan è un sogno quasi impossibile a causa dei costi dell’operazione, ma comunque il dialogo tra Raiola e il Bfc c’è. Nella giornata di ieri si è parlato del neo acquisto Corbo, ma sappiamo che il famoso procuratore continua a proporre il proprio assistito.
Super Mario è ancora lontano da Bologna e lo stesso si può dire di Lapadula. L’attaccante del Genoa è considerato una seconda scelta e per questo motivo si sta inserendo il Parma.
Al momento è Saponara ad essere più vicino ai felsinei. Bologna e Fiorentina non hanno ancora fatto sul serio, ma il trequartista ex Empoli è alla ricerca di una sistemazione dopo l’arrivo di Pjaca, il quale occupa lo stesso ruolo. Per questo motivo, lo scambio Destro-Saponara è assolutamente fattibile. Entrambi i giocatori hanno fame di riscatto.

L’altro problema che tiene banco in queste ore a Bologna è lo sfoltimento della rosa. Nonostante gli infortuni di Donsah e Pulgar, i rossoblù contano su troppi elementi al momento. Ecco perché è arrivata la cessione a titolo temporaneo di Emil Krafth all’Amiens. Ed ecco perché il Bfc sta trattando con diverse società di Serie B le cessioni di Felipe Avenatti e Cesar Falletti. Anche Kinsgley Michael non è sicuro della propria permanenza. Sia chiaro, il ragazzo classe 1999 verrà ceduto solamente a titolo temporaneo. Il Perugia sembrerebbe intenzionato ad acquistarlo con tale formula. Nelle prossime ore potrebbe arrivare la fumata bianca.

Intanto Bigon lavora anche a come poter rinforzare la retroguardia petroniana.
Sebastien De Maio non dovrebbe lasciare Bologna, anche se non è sicuro al 100%. Sulle tracce del difensore francese ci sono davvero tantissime squadre di Serie A. Qualora De Maio dovesse lasciare Bologna, o qualora ci fosse una cessione di un difensore, i felsinei si butterebbero a capofitto su uno tra Cristian Zapata e Lorenzo Tonelli. Il milanista percepisce 1,7 milioni a stagione ed è un grosso problema, visto che il monte ingaggi del Bfc è già abbastanza alto. Servirebbe un decurtamento dell’ingaggio, ma difficilmente il centrale rossonero verrà così incontro ai petroniani. Il problema per arrivare al napoletano è dato invece dal prezzo del cartellino. Di fronte alle cifre dettate dal Napoli, neanche la Sampdoria riesce a sostenere un simile sforzo. I blucerchiati avevano l’accordo con il ragazzo, la fumata bianca sembrava imminente. Ma tutto si è fermato di fronte alle folli richieste di De Laurentiis.
Per ora la situazione è in stand by, ma negli ultimi giorni potrebbe avvenire la grande svolta.

Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!