Danilo Danilo Schicchi

Bologna – Spal, L’Uomo della Domenica: Danilo Larangeira

Scritto da  Ago 20, 2018

Debuttante numero 895 nella storia del nostro club, ieri Danilo ha esordito, da titolare, con quelli che saranno i suoi colori per la stagione in corso (e visto la prima partita speriamo anche per la prossima, ma questo è un augurio).

Il centrale brasiliano, arrivato tra fischi, critiche e continui dubbi, ieri sera si è posizionato al centro della difesa (dove è stato poi provato da Inzaghi per tutta la settimana) sfoderando una prestazione di buon livello, sia in fase di costruzione che in chiusura.

In occasione della partita contro la Spal Danilo si è messo in mostra, oltre che per aver sventato un paio di incursioni pericolose dei ferraresi, con una serie di lanci lunghi dalla difesa che spesso andavano a buon fine. Una difesa a 3 obbliga il centrale ad avere dimestichezza con la palla tra i piedi, sia nel lungo che nel corto: sarà pur stata la prima partita, ma Danilo ha fatto ricredere molti.

La difesa e il centrocampo sono stati i reparti più criticati, sia di pancia che di testa: a mio parere tra i pochi che si salvano ieri troviamo proprio Danilo e Dijks, a tratti.

Ed è proprio dal centrale brasiliano che bisogna ripartire già dalla sfida contro il Frosinone: Inzaghi ribadisce, da tempo (e il suo modo di giocare lo evidenzia) che una difesa solida è il primo passo per il successo. Ieri il Bologna non ha rischiato molto – Skorupski ha dovuto abbassare la saracinesca solamente in un’occasione – ma ha fatto intravedere comunque cose meno belle. Contro i ciociari certa la conferma di Danilo, mentre si potrebbe pensare ad una doppia sostituzione ai lati del brasiliano, magari inserendo Calabresi o De Maio e Paz.

La delusione è ovviamente tanta, e la si respira pressoché ovunque intorno a Bologna: ma in un mondo (anche quello calcistico) che ci opprime con una negatività costante, pensare positivo non può che fare bene.

Per Bologna – Spal l’Uomo della Domenica è Danilo!

 

Bene anche Dijks, come detto prima: deve migliorare sull’irruenza e su come reagire alle provocazioni. Il Bologna non può privarsi, per sciocchezze, di giocatori così fondamentali.

Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.