Il Resto del Carlino - "Voglia matta" Destro: in campo quando gli altri si riposano per rientrare prima

Scritto da  Ago 22, 2018

 

 

"Sin sacrifiz, no hay gloria". E un Destro che sembra essere diventato estremamente consapevole che il destino futuro da calciatore dipende tutto da lui, dalla sua voglia di riscatto e dal fare vedere le sue indiscutibili qualità, oggi più che mai necessarie a questo Bologna. Per questo Mattia ha scelto la strada del sacrifico, ritornando in campo anche quando per gli atri era giorno di riposo, con la voglia matta di bruciare le tappe per il suo rientro. Quindi lunedì, giorno concesso di riposo da Mister Inzaghi alla truppa, Mattia si è presentato a Casteldebole per allenarsi sia in palestra che sul campo, con una pesante seduta atletica, per farsi trovare pronto fin da domenica sera contro il Frosinone alla Stadio Olimpico Grande Torino. Per Destro, oggi, il futuro si chiama Bologna e ha rifiutato perentoriamente i trasferimenti a Genova (sponda rossoblù e/o blucerchiata) per volere finire il discorso iniziato qui sotto le due torri. Quindi ieri, giorno di ripresa degli allenamenti in gruppo, Mattia è stato provato con Falcinelli, come tandem d'attacco, rientrando così agli ordini di Mister Inzaghi una settimana prima rispetto alle previsioni stilate dallo Staff medico. E sembra che proprio il Mister sia stato fondamentale per la permanenza di Mattia al Bologna, con un colloquio franco, avuto in settimana, dove l'ex attaccante di Milan e Juventus ha spiegato  al nostro centroavanti che rimane un punto fondamentale del nostro reparto offensivo e che ha tutte le qualità per riprendersi una maglia da titolare. Mattia ci prova e vuole essere disponibile per domenica sera: sicuramente il fatto di avere saltato un giorno di riposo, questo è un forte segnale della sua volontà di rimettersi al servizio della squadra. E questo è sicuramente un punto a suo favore.

 

(Fonte Marcello Giordano - RdC - Photo Lucio Russo)

 

Ultima modifica il Mercoledì, 22 Agosto 2018 10:05
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"