Torneremo in Serie A!

Scritto da  Ago 29, 2018

Ero a Riccione con mia figlia. Chi – come me – è un padre “separato”, sa che le vacanze con prole sono sacre. Per questo non ho visto il Bologna nelle sue prime esibizioni ufficiali (la vittoria con il Padova, la sconfitta con la Spal, il pareggio con il Frosinone). In compenso ho letto: oddio, in effetti avrei potuto anche evitare di farlo, tanto – sui giornali e tra i tifosi – la musica è sempre la stessa. Dopo due giornate di campionato, Saputo è tirchio, Bigon incapace, Inzaghi inadatto, i nuovi innesti dei cessi trafugati da un magazzino di ultima categoria e il Bologna virtualmente avviato verso una dolorosa retrocessione. Avete certezze (parlo di colleghi miei e… vostri) che – pur essendo io “al buio” – non condivido. Perché ho fiducia nelle persone che hanno costruito la squadra e perché sono abbastanza vecchio per sapere che l’ultima spiaggia è quella che ho salutato ieri, non il match con l’Inter. Tant’è: ci si macera nel presente, certi che non vi sia un futuro: a voi piace così. Non sono qui per dirvi che il Bologna disputerà un gran campionato – fatemelo vedere almeno una volta, prima di parlare di prospettive – ma semplicemente per ricordarvi che la Serie A terminerà il 26 maggio, quando – pensate un po’ – alla nostra porta busserà l’estate, proprio la stagione che stiamo vivendo adesso. E allora, come diceva uno più bravo di me, state buoni, se potete. Vi sentite in Serie B? Torneremo in Serie A. Ci scommetterei…

Marco Montanari

Nel suo curriculum, alla rinfusa, Guerin Sportivo, Treccani, Gruppo Poligrafici Editoriale, La Gazzetta dello Sport, Panini, SportMediaset, Corriere della Sera e alcuni house organ di società calcistiche.
Oggi vorrebbe essere il… Palacio del fantastico gruppo dei 1000 Cuori Rossoblu.