Stampa questa pagina

Un’ora sola ti vorrei…

Scritto da  Set 01, 2018

Stavolta l’ho visto, il Bologna. E ho deciso di scriverne senza stare ad ascoltare i dotti pareri dei miei colleghi o (immagino) le lamentele dei tifosi, che comunque – sia detto con chiarezza – hanno tutti i diritti di non essere felici, ma secondo me non hanno motivi per fasciarsi la testa perché nessuno gliel’ha ancora rotta. Un punto in tre partite, zero gol fatti: se ci limitiamo ai numeri, tutti colpevoli e la fine è vicina. Non mi sono mai limitato ai numeri (a differenza di mio padre, sono mica ragioniere…), non lo farò certo stasera. Era la prima volta che vedevo all’opera il Bologna di Inzaghi: per un’ora, lo confesso, non mi è assolutamente dispiaciuto. Ovvio, l’Inter è una squadra di levatura superiore, essendo candidata – secondo il mio inutile pare – a fare da damigella d’onore (con il Milan, meglio della Roma e forse anche del Napoli) alla Juventus, che ha vinto lo scudetto prima ancora che iniziasse il campionato. Per un’ora, i ragazzi di Pippo hanno fatto una figura decente (notate il pudore della mia affermazione?), che era poi quello che mi aspettavo. Non mi concedo sogni impossibili, perché ho capito che avvelenano la vita; sono realistico, e realisticamente confermo quello che ho scritto dopo lo 0-0 con il Frosinone: torneremo in Serie A! Continuate pure a pensarla come preferite, esattamente come faccio io. Il Bologna è sicuramente inferiore all’Inter (e alla Juve, e al Milan, e alla Roma, e al Napoli, e al Torino, e chissà a quante altre…); da domani, cercherò di capire quali sono le squadre inferiori al Bologna. Il Parma, per il momento, non lo giudico: stasera è su Dazn. E come ha scritto uno dei miei maestri, Marino Bartoletti, “Dazn? No, grz”: i soldi i li devono andare a prendere da qualcun altro, io li do solo a Murdoch (buono, quello…).

Marco Montanari

Nel suo curriculum, alla rinfusa, Guerin Sportivo, Treccani, Gruppo Poligrafici Editoriale, La Gazzetta dello Sport, Panini, SportMediaset, Corriere della Sera e alcuni house organ di società calcistiche.
Oggi vorrebbe essere il… Palacio del fantastico gruppo dei 1000 Cuori Rossoblu.