Primavera, Bologna-Spal: La vigilia del match

Scritto da  Set 14, 2018

 

 

Domani inizia ufficialmente la stagione della Primavera allenata da Troise che, dopo impegni estivi tra tornei e amichevoli, avrà finalmente l’occasione di dimostrare il suo valore in campionato. Dopo la sfortunata retrocessione dello scorso anno la squadra è stata rifondata e potrà contare su moltissimi giocatori nuovi, oltre che su un inedito schieramento. I felsinei, che quest’anno si trovano nel Campionato Primavera 2, affronteranno nella prima gara ufficiale, quella casalinga contro la Spal. Questa la formula: 2 gironi da 12 e 11 squadre, regular season al termine della quale le vincitrici di ogni girone sono promosse, e le classificate dal 2° al 5° posto disputano i playoff per determinare un’ulteriore promossa. Fino al 25/10 le gare iniziano alle 15, dal 26/10 al 25/3 alle 14:30, dopo il 26/3 alle 15. Possono partecipare al torneo i calciatori nati a partire dall’1 gennaio 2000 in poi e che, comunque, abbiano compiuto anagraficamente il 15° anno di età. Possono essere impiegati nella fase a gironi due calciatori “fuori quota” nati non anteriormente all’1 gennaio 1999 e un calciatore “fuori quota” senza alcun limite di età. Nelle ultime quattro giornate della fase a gironi e nelle gare dei play-off possono essere impiegati tre calciatori “fuori quota” nati non anteriormente all’1 gennaio 1999.

Calcio d’inizio alle ore 15.00 presso lo Stadio Biavati di Corticella, che da quest’anno è il campo principale per la Primavera rossoblù.

Dirige la gara il signor Cipriani della sezione di Empoli coadiuvato da Sartori Del Santo Spataru.

 

QUI BOLOGNA

Mister Troise, dopo un buon precampionato, si trova al primo impegno ufficiale, il derby emiliano contro la Spal, valevole, appunto, per la prima giornata. Tenuto conto delle sicure e certe defezioni di Militari e Stanzani, ancora impegnati nella fase di riabilitazione, il tecnico campano modellerà i suoi quasi sicuramente su un 3-4-2-1, che è in grado di trasformarsi in un più coperto 5-3-2 in fase di non possesso palla. In porta, ci sarà molto probabilmente Caio Pirana; il portiere  che ricordiamo non essere stato inserito in lista, è un fuori quota e almeno per questa partita prenderà il posto  numericamente parlando, di Alessio Militari, centrocampista classe 1999 ancora fermo ai box. Davanti a lui la linea di 3 sarà composta da Kastrati, Corbo e uno tra Busi e Padovan. Sulle fasce quasi certo l’impiego di Mantovani a destra e di Visconti a sinistra, mentre in mezzo troveranno posto Mazza e Capitan Cassandro. Davanti l’unico sicuro del posto è Cossalter, mentre si giocheranno due maglie Rabbi, Farinelli e Krastev: con l’impiego di quest’ultimo, che ha dovuto rispondere alla chiamata della sua nazionale, il Bologna potrà contare su un ariete, con due fantasisti che gli gireranno intorno. Le opzioni sono tante e valide, vedremo sabato che disposizione deciderà di utilizzare il tecnico felsineo.

 

QUI SPAL

Dopo la buona comparsata al Trofeo Città di Vignola, i biancazzurri allenati da Mister Marcello Cottafava si aspettano di disputare un campionato di medio-alta classifica, con il sogno, chissà, chiamato promozione. Ma rimaniamo nel concreto: gli spallini, dopo il quinto posto dello scorso anno, e i playoff sfumati per un punto, hanno rafforzato la rosa, andando ad acquistare giocatori con un discreto bagaglio di esperienza (uno su tutti Salvi, ex Atalanta).

Molto probabile che il tecnico natio di Genova imposti i suoi su un modulo pressoché identico a quello dei rossoblù, a giudicare dall’ultimo impegno (l’amichevole di settimana scorsa con i grandi di Leonardo Semplici): un 3-4-2-1 votato all’attacco. In porta ci sarà Poluzzi, linea a 3 che vedrà protagonisti Pessot, Salvi e Boulange. A centrocampo, sulle fasce, Katuma e Martina (in ballottaggio con Biolcati), mentre in mezzo Sare e Esposito, scuola Inter. Davanti Spina e uno tra Cuellar, ex Barcellona, e Nikolic, a innescare Clement.

 

Sarà sicuramente una partita divertente, nella quale gli attacchi si prenderanno la scena. Il gioco rossoblù sembra essere già rodato, vedremo se contro la Spal si vedrà la mano di Troise, ampiamente criticato dopo la retrocessione dello scorso anno. Cottafava e i suoi ragazzi, invece, vanno a caccia del primo scalpo di lusso.

Ultima modifica il Venerdì, 14 Settembre 2018 18:39
Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.