Filippo Inzaghi durante gli allenamenti a Casteldebole Filippo Inzaghi durante gli allenamenti a Casteldebole Sara Melotti

Genoa-Bologna: La conferenza stampa di Inzaghi

Scritto da  Set 15, 2018

Archiviata la sosta per le Nazionali, il Bologna è pronto a riprendere il proprio campionato. In programma c'è Genoa - Bologna, una sfida delicata e allo stesso tempo fondamentale per far si che il campionato dei rossoblù decolli definitivamente viaggiando per cieli molto più sereni di quelli attraversati nell'arco delle prime tre giornate di campionato. 

Filippo Inzaghi presenta quindi la sfida di domani nell'abituale conferenza stampa pre-partita che, come di consueto, si svolge tra le mura amiche del Centro Tecnico Niccolò Galli di Casteldebole. 

Falcinelli come sta? e Palacio? Quanto è importante questa partita?

"Le partite valgono tutte. Palacio non è recuperabile, non vogliamo rischiarlo. Purtroppo Helander dovrà star fuori tre settimane. Siamo stati sfortunati e per banalità perdiamo giocatori importanti per noi. Manca anche Paz che sarebbe stato il sostituto ideale di Helander. Ma andiamo avanti. Falcinelli è recuperato e ha smaltito la febbre."

Loro giocheranno probabilmente con un 3-4-1-2 con il trequartista dietro le punte. Tu personalmente hai pensato ad utilizzare trequartista?

"A Dzemaili ci ho pensato per questo ruolo. Abbiamo provato e vedremo domani come iniziare"

E' il momento di Destro?

"Davanti stanno tutti bene, ho l'imbarazzo della scelta."

Come si riparte anche dopo la sosta delle nazionali?

"Sono ripartito facendogli vedere la partita contro l'Inter. E' stata una partita molto positiva e di grande miglioramento. Non abbiamo mai sofferto fino al goal dell'Inter, se c'era uan squadra che in quel momento doveva segnare era il Bologna."

C'è necessità di una scintilla?

"Chiaro sarebbe un risultato positivo, un goal. Dobbiamo cercarcela e la più bella risposta che la potremo dare domani alle 15. Se guardo le prime tre partite non è vero che non abbiamo mai tirato in porta. Non nascondiamo la testa sotto la sabbia e sono molto sereno."

Destro e Santander possono giocare insieme?

"In questo momento la loro condizione fisica non permette di farli giocare assieme"

In cosa possono migliorare gli attaccanti?

" Dobbiamo migliorare in tutto. C'è voglia di crescere e speriamo che il campo ci dia ragione."

Cosa ti da fiducia in Santander?

"Mi piace che è sempre agressivo. Mi spiace che abbia perso i primi tre giorni della settimana perchè è un ragazzo che ha bisogno di allenarsi. Un giocatore come lui va rifornito di cross e 

Svamberg? Come procede la sua crescita?

"Sono giocatori che non vanno bruciati. Per le nostre mezzale avere due giocatori forti alle spalle può essere un vantaggio. Arriverà molto preso il suo momento."

Come sta vivendo la panchina Mattia Destro?

"Dovete chiederlo a lui. Lui sa che in campo deve bruciare l'erba e dimostrarmi che ho sbagliato a lasciarlo fuori, lui così come altri"

Domani è la prima trasferta dell'anno

"So dove giocheremo e avremo il nostri tifosi a seguito. Queste sono paritte che ci possono esaltare. Speriamo che anche i piccoli particolari ci diano una mano. La fortuna va cercata e mi auguro la squadra faccia una grande partita. Mi auguro di vedere quella scintilla trovando la vittoria che farebbe morale."

Come sostituirai Helander?

"Abbiamo quattro giocatori per tre posti. Sceglierò domani"

Mbaye lo consideri ormai un esterno di centrocampo?

"Sì per me è ormai parte di quel reparto."

Pulgar? 

"Sta bene ed è pronto così come lo è Nagy, ma domani sarà Pulgar a partire titolare."

 

Ultima modifica il Sabato, 15 Settembre 2018 12:55
Sara Melotti

Sarina per gli amici. Inviata multitasking, aspirante fotografa e giornalista.
Oltre alla passione per il Bologna ama la fotografia, lo sport in generale, i motori e gli animali.