Gonzalez, Palacio e Okwonkwo Gonzalez, Palacio e Okwonkwo Alessandro Sgarzi

Il Resto del Carlino - Inzaghi riflette anche su un possibile 4 4 2

Scritto da  Set 22, 2018

Spiragli di futuro e notizie dall'infermeria. Partiamo dalle seconde: Nehuen Paz, dopo circa un mese dal suo infortunio al ginocchio è rientrato in gruppo e ha sostenuto l'allenamento con i compagni. Non sarà sicuramente della partita contro la Roma, ma certamente sarà quantomeno disponibile contro la Juventus e, vista la indisponibilità per altre 2 settimane di Helander, questa è sicuramente una buona notizia che permette una scelta più articolata in difesa al Mister rossoblù. Il pensiero di Inzaghi, in queste ore,  si avvolge intorno ad una ipotesi di mutare l'assetto tattico dal suo classico 3 5 2 ad un 4 4 2, dove verrebbero meglio valorizzate le caratteristiche tecniche di Orsolini sulla sua fascia di competenza. Data l'assenza di Pulgar per ben tre giornate, sarà interessante vedere l'assetto tattico che Inzaghi vorrà dare alla squadra, se quindi opterà per una sostituzione tout court del cileno con Adam Nagy o se il centrocampo vedrà uno slittamento al centro di Andrea Poli e l'inserimento sula mezzala di Svamberg che ben ha impressionato, nei seppur pochi minuti contro il Genoa. In avanti, certa l'assenza di Palacio e di fianco a Santander che dovrebbe essere certo di prendersi il posto da titolare in avanti, salgono le quotazioni di Okwonkwo che potrebbe essere preferito al rientrante Falcinelli, che nelle prime uscite non del tutto convinto. 

Intanto alle 9,45, presso il Centro Tecnico è prevista un'adunata dei Tifosi (iniziativa voluta da alcuni Gruppi della Curva) a sostegno della squadra, in questo momento non semplice sia per il gioco espresso che per i risultati.

 

(Fonte Massimo Vitali - RdC - Photo Alessandro Sgarzi)

Ultima modifica il Sabato, 22 Settembre 2018 09:30
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"