Il Resto del Carlino – Obiettivo: guarire il mal di trasferta

Scritto da  Ott 05, 2018

Curate le difficoltà casalinghe del Bologna con i successi su Roma e Udinese, Filippo Inzaghi può puntare a sfatare un altro tabù: il rendimento fuori dalle mura amiche. Dal 22 dicembre 2017, i rossoblù soffrono di mal di trasferta: da allora 10 sconfitte, 3 pareggi in 13 gare, con solo 4 reti segnate. La capacità di fare punti in trasferta segna spesso la differenza tra squadre destinate a soffrire e quelle di una spanna superiori. Per il Bologna è venuto il momento di cavalcare l’onda e riprovarci, il Cagliari è l’avversario di turno e i sardi non hanno dimostrato di essere a proprio agio con la Sardegna Arena: non vincono in casa da 10 gare e in questo campionato non hanno ancora regalato una partita da 3 punti ai propri tifosi. Tocchiamo ferro, ma i numeri suggeriscono che questo match potrebbe rappresentare per il Bologna un’occasione per scacciare il malocchio da trasferta.

 

Buone notizie per mister Inzaghi. Da ieri è rientrato Godfred Donsah, doveva essere un’arma letale nei piani del 3-5-2 del tecnico, la pedina capace di ribaltare l’azione e fare male alle difese avversarie con le sue percussioni e ripartenze. La frattura al perone della gamba destra rimediata in preparazione lo ha tenuto fuori dai giochi fin qui, ma ora il ragazzo è pronto a ricominciare e non è escluso che il suo nome possa comparire nella lista dei convocati. Poli è ancora alle prese con il lavoro differenziato per il problema muscolare al polpaccio. Lo staff medico non intende bruciare le tappe per non rischiare guai peggiori. Poli, Palacio e Helander dovrebbero rientrare in gruppo durante la sosta.