Resto del Carlino – Il Dall’Ara come un fortino: trasferta ostica per gli avversari

Scritto da  Ott 19, 2018

Domenica si ricomincia e i ragazzi di Filippo Inzaghi non possono permettersi di sbagliare dopo il passo falso in casa del Cagliari: calendario alla mano, Torino, Atalanta, Fiorentina, Milan e Lazio sono gli avversari che da qui al giro di boa del 26 dicembre si presenteranno al Dall’Ara. Atalanta esclusa, dopo che a sorpresa è stata risucchiata a sorpresa tra le pericolanti di fine classifica, non c’è un solo scontro diretto.

E’ arrivato il momento di fare dello stadio Renato Dall’Ara un fortino, se non inespugnabile, almeno scomodissimo per gli avversari. Specialmente se si ha la fortuna di avere un pubblico che nel momento del bisogno (in pratica quasi sempre da due anni e mezzo a questa parte) ti incita come se si stesse giocando un posto in Champions League.

Contro il Torino, il Bologna ha in gioco un piccolo “primato”: se riuscirà a conquistare i tre punti eguaglierà la striscia di 3 vittorie consecutive in casa, che manca dal settembre 2016 (contro Crotone 1-0, Cagliari 2-1 e Sampdoria 2-0). Pure il Toro, però, insegue un piccolo record: in trasferta non subisce gol da due partite e mezzo. L’ultima volta che ha lasciato la porta inviolata per tre trasferte di seguito fu nel 1992/93.

 

 

(foto:BolognaFC)