Filippo Inzaghi durante gli allenamenti a Casteldebole Filippo Inzaghi durante gli allenamenti a Casteldebole Sara Melotti

Bologna-Torino: La conferenza stampa di Inzaghi

Scritto da  Ott 20, 2018

Il Bologna di Filippo Inzaghi ricomincia dalla sfida interna contro il Torino di Walter Mazzarri. Archiviata la sosta delle Nazionali i rossoblù sono chiamati a riscattare la sconfitta rimediata a Cagliari, per farlo dovranno vincere e convincere davanti al proprio pubblico che, viste le oltre 20.000 presenze previste, accorrerà decisamente numeroso al Dall’Ara.

Quello di domani sarà un match delicato ed estremante importante per i rossoblù senza contare che dalla parte opposta del campo troverà un Torino che promette di essere un avversario ostico e per nulla facile da affrontare. Ne è consapevole Fillippo Inzaghi con l'allenatore rossoblù che quest'oggi si è presentato in sala stampa per presentare la sfida contro i granata nell’abituale conferenza stampa pre-partita.

Ripartire dall'ultima prestazione per riscattarsi?

"Tutto quello che è successo ci deve servire da lezione. L'avversario è forte ed è una squadra che può permettersi di lasciare in panchina dei nazionali. Abbiamo un debito morale nei confronti dei tifosi che domani riempiranno lo stadio, ed è incredibile. Cercheremo di fare la partita perfetta. Abbiamo le caratteristiche per poterli mettere in difficoltà"

Fisicamente come state?

"Abbiamo tanti problemi e dispiace ma non deve essere un alibi. Gli undici che andranno in campo avranno birra nelle gambe. La formazione è tutta un rebus e devo capire chi mi può garantire più minuti. Palacio, Falcinelli ed Orji non sono a posto, faremo una staffetta. Gli unici due che non ci saranno sono Mattiello e Krejci."

Quanti minuti ha nella gambe Palacio?

"Questa è una bella domanda. Se avessi avuto Falcinelli al 100% lo avrei tenuto per la ripresa. Ci penserò."

Contro il Cagliari è mancato qualcosa in fase di costruzione e grinta? Crede Poli sia mancato al Bologna? Pulgar?

"Questi sono giochi non mi piacciono. Loro sanno che con me devono dimostrare tutto. Abbiamo vinto e perso senza Poli. Non ci sono giocatori che fanno vincere tutte le partite. Recuperare Pulgar e Poli ora è fondamentale"

Come hai visto i giocatori che avevi fuori nell'ultimo periodo?

"Sono tutti infortuni molto differenti. Donsah oggi andrà a giocare un tempo con la Primavera e domani verrà con noi. Quelli di Palacio e Poli sono guai muscolari, sono due settimane che si allenano con noi, non so se avranno i 90 minuti nelle gambe. Valuterò."

Sul Torino?

"Guardo poco l'avversario ma il Torino è una squadra costruita per andare in Europa League, ha un attacco che hanno in pochi in Italia. Questo deve esserci di monito e dobbiamo sperare loro non siano al 100%. Per battere il Torino ci vorrà una grande partita, ci siamo preparati bene. Domani voglio che il Bologna giochi come ci ha fatto vedere già con Roma e Udinese"

Cosa c'è di Cagliari che domani non puoi permetterti?

"Cagliari è il passato e non voglio negatività, ne leggo tanta ultimamente. Pensare positivo fa bene."

Cosa ti da fastidio della negatività?

"Questi ragazzi meritano altro. La negatività porta negatività senza però nascondere la testa sotto la sabbia. Vorrei un po' più di equilibrio da parte di tutti."

Se il Bologna segna poi va sempre a vincere, questione psicologica?

"Il calcio è questo, bisogna fare un goal in più dell'avversario per vincere. Ogni allenamento cerchiamo di migliorarci per l'esame della domenica che speriamo di passare. Dobbiamo farlo anche per la nostra gente verso la quale abbiamo un obbligo morale. Non dobbiamo avere rimpianti nel momento in cui usciremo con il campo."

Orsolini può giocare?

"Se giocherà starà sotto le due punte. Lui è pronto, ora sta a me valutare bene."

Cosa ha oggi questa tua squadra di te come giocatore?

"A tratti abbiamo fatto vedere di avere cuore ma dobbiamo essere più continui. Io ho i miei pregi e i miei difetti. L'allenatore impone tante componenti ed è un lavoro complicato. Io voglio sono che i nostri tifosi siano orgogliosi di noi. Ci manca continuità ma dobbiamo al più presto trovarla nelle nostre prestazioni ed al nostro gioco."

Ci vincerà il derby secondo te?

"Sapete per chi faccio il tifo."

Ultima modifica il Sabato, 20 Ottobre 2018 13:41
Sara Melotti

Sarina per gli amici. Inviata multitasking, aspirante fotografa e giornalista.
Oltre alla passione per il Bologna ama la fotografia, lo sport in generale, i motori e gli animali.