Il Resto del Carlino - Il valzer (mancato) delle panchine Valentino Orsini

Il Resto del Carlino - Il valzer (mancato) delle panchine

Scritto da  Ott 25, 2018

 

 

De Zerbi al Bologna e Inzaghi al Sassuolo: sarebbe potuta finire così, se nel mondo della fiabe ci fosse stato posto per un lieto fine.
Il primo sembrava essere entrato in orbita rossoblù, il nome per assumere l’incarico di post-Donadoni era stato fatto, ma in realtà – dalle parti di Reggio Emilia – era stato deciso ben prima: quando, in primavera, si decise che Iachini sarebbe stato solo un traghettatore.
Il secondo, invece, sarà balzato agli occhi di Squinzi (milanista, ma ora nemmeno più di tanto) per le imprese col Venezia, ma il giorno della sua presentazione a Casteldebole è stato dichiarato “l’unico e il solo”.
La verità (nel caso non fosse questa) difficilmente verrà a galla, ma probabilmente – quando le società si erano trovate al bivio – hanno puntato sui rispettivi allenatori, che comunque avrebbero dovuto seguire la linea societaria: il Sassuolo si è potuto permettere un esborso da 11 milioni di euro; il Bologna no.

Ultima modifica il Giovedì, 25 Ottobre 2018 09:38
Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.