Stampa questa pagina

Corriere di Bologna - Tocca a El Trenza sbloccare il tabù dei gol in trasferta

Scritto da  Ott 29, 2018

Zero, alla voce gol segnati in trasferta prima di ieri: unica squadra nei massimi campionati Europei. A sfatare il tabù chi ci poteva pensare se non lui? El Trenza ci mette 100 secondi, al termine di un tambureggiamento che rappresenta il miglior inizio di partita del Bologna di tutta la stagione, quasi  a voler scrollare di dosso il peso di non saper segnare in trasferta.

Corner, schema con tocco corto, Palacio la mette per Orsolini il cui tiro viene deviato. Altro corner: gran botta di Svanberg, Consigli respinge in volo, la palla viene intercettata da Rogerio che cerca il tocco dietro per Marlon, ma Santander si infila di cattiveria, ruba palla, si gira e la mette in area, tra i difensori avversari si infila Palacio che calcia di prima intenzione col destro: la sfera si infila sotto il sette sul primo palo.

79 timbri in Serie A con quello di ieri, 212 in carriera tra campionati, coppe e nazionale Argentina: solo lui poteva far sembrare facile il gol di ieri. Era la prima trasferta della stagione per l'argentino, che finora aveva calcato il campo solo del Dall'Ara contro Spal e Torino. L'ultima rete dell'argentino risaliva a otto mesi e mezzo fa, contro l'Inter: una boccata d'ossigeno quindi non solo per il Bologna, ma anche per Rodrigo dopo i tanti acciacchi che gli hanno condizionato il girone di ritorno della scorsa stagione e l'avvio di questa, con un guaio muscolare che doveva tenerlo fuori per 3 settimane ed invece si è protratto per un mese e mezzo.

Palacio ha 36 anni e mezzo ma ieri ha dimostrato di poter dare ancora tanto alla causa rossoblu: la spalla perfetta per sfruttare le sponde di Santander e ripartire il più velocemente possibile. Il gioco del Bologna ormai è chiaro, e ieri pur disputando una delle migliori gare della stagione, con dieci conclusioni registrate, la squadra di Inzaghi è uscita dal Mapei Stadium con un misero 29% di possesso palla (dato ufficiale Lega Calcio), il che la dice lunga su come è stata preparata la partita: "controgiocando" il possesso palla del Sassuolo, squadra che da questo punto di vista ha messo sotto diverse squadre. I rossoblu sono ultimi in serie A per precisione dei passaggi (ieri il peggior dato stagionale: 60% dei passaggi andati a buon fine) e quindi la classe, la tecnica e la conoscenza del gioco di uno come Palacio servono come il pane. Specialmente in trasferta, dove il Bologna è chiamato meno a fare la partita.

Rodrigo poi è a tutti gli effetti il Bomber da trasferta del Bologna, cinque su cinque dei suoi gol segnati in maglia rossoblu sono stati realizzati lontani dal dall'Ara, con un gol segnato a Napoli ancora più velocemente di quello di ieri: in 27 secondi.

 

 

Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.