Repubblica - Battere l’Atalanta per sognare un po’

Scritto da  Nov 04, 2018

Nell’articolo in uscita stamane su Repubblica Bologna, Simone Monari si concentra su due parti fondamentali della conferenza stampa di Inzaghi di ieri (che potete ascoltare integralmente a questo link).

La prima è la difficoltà del Bologna di arrivare al gol. Solo trentaquattro tiri nello specchio, due in meno del Frosinone ed uno in più del Chievo, ed otto reti segnate, come solo Spal e Chievo hanno fatto, inducono Inzaghi a dire che davanti bisogna fare di più, un concetto già espresso più volte ed ancora valido, sebbene i rossoblù arrivino da due pareggi per 2-2 consecutivi. Monari sottolinea come ci siano delle attenuanti importanti: Palacio è mancato a lungo, Santander non era in piena forma e doveva capire la Serie A ed infine la formazione è stata rivoluzionata sia nella guida che nei componenti, e quindi bisognava trovare la quadratura. Tante incognite che forse stanno lentamente scomparendo forse anche grazie ad un cambio di modulo.

L’altro punto chiave segnalato da Monari è la voglia di fare bene, e di non accontentarsi. Il tecnico infatti parla di mantenere i piedi per terra e del fatto che la società abbia chiesto la salvezza e la valorizzazione di alcuni giovani, ma Inzaghi dice anche chiaramente che non vuole accontentarsi dell’obiettivo di minima, e che battere l’Atalanta oggi, squadra più attrezzata del Bologna, potrebbe portare oltre ai punti una bella dose di morale e far sognare un po’ tutti. Sarebbe una buona base di partenza anche per gli anni a venire, anni su cui Pippo mette già le mani avanti, dicendo che non vuole passare la vita a lottare per la salvezza.

Ultima modifica il Domenica, 04 Novembre 2018 08:02
Simone Zanetti

Simone Zanetti (aka Eldias), parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu e (presunto) web-master del sito.
Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.