Il Resto del Carlino - Orsolini è sempre un "problema" Sara Melotti

Il Resto del Carlino - Orsolini è sempre un "problema"

Scritto da  Dic 06, 2018

Dopo la partita col Crotone, il dilemma è sempre lo stesso: ci sono quelli che “Inzaghi, devi mettere Orsolini sempre dall’inizio!” e gli altri (pochi) che “Arma importante a gara in corso”. Il fatto è che di Riccardo ne servirebbero due, uno per ogni fazione di pensiero, in modo tale da sopperire ai probabili dubbi amletici di Pippo.
Fino adesso, il numero 7 ha totalizzato 427 minuti in campionato in tredici partite, tre delle quali iniziate, con una media quindi di 32 giri di lancetta a gara; in Coppa Italia, invece, le statistiche salgono perché i 69 minuti giocati e i due gol contro i calabresi si aggiungono agli zero del match col Padova.
Sebbene abbia la media di un gol ogni poco più di due gare, Inzaghi ha sempre limitato il suo minutaggio perché schierarlo secondo punta vorrebbe dire non dargli piena libertà: il suo modulo sarebbe il 4-3-3, che però ha dato pochi frutti alla causa rossoblù. Anche qui una domanda sorge spontanea: Orsolini ha firmato per il Bologna, a gennaio, per due anni, dove cerca continuità e quel trampolino che potrebbe proiettarlo nei radar di una grande. Lo schema di Pippo (ora) non lo favorisce, ma ci sarà un modo per salvare capra e cavoli?

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.