Simone e Filippo Inzaghi Simone e Filippo Inzaghi SportNews.eu

Il Corriere di Bologna - Simone vince e convince, Filippo sulla graticola: la situazione del Bologna

Scritto da  Dic 27, 2018

Pronostico annunciato, rispettato appieno: Simone vince senza faticare, Filippo prende e porta a casa. Finisce 0-2 al Dall'Ara, in un clima pesante di contestazione da parte del pubblico che, spazientito da una situazione al limite del surreale per una piazza come Bologna, a fine gara sfodera tre cori d'autore per criticare il discutibile operato dirigenziale. Come scrive Fernando Pellerano, il triplice fischio di ieri ha chiuso il sipario sul 2018 al Dall'Ara, consegnandoci un Bologna solitario al terz'ultimo posto. Le speranze sulla rosa, tecnicamente carente, sono ormai svanite, così come quelle su un eventuale apporto del tecnico per supplire le lacune dei suoi. Sei mesi di lavoro non sono bastati a plasmare una squadra con un'idea di gioco, che finora ha raccolto solo tredici punti, con il Napoli in vista, pronto a schiantare la nave rossoblù affondando definitivamente Inzaghi. Si, perché con la pausa di tre settimane che si avvicina ed il mercato aperto, ci potrebbe essere il ritorno di Donadoni, ma non solo: l'ipotesi di un Inzaghi bis con rosa rivista non è così inverosimile, per continuare a spingere il tanto decantato in estate "fire and desire". Ma, come se la situazione non fosse già abbastanza confusionaria, a fare ulteriore clamore c'è la totale assenza di Joey Saputo, che si unisce al silenzio dirigenziale che si protrae da un po' di tempo a questa parte. Situazione critica, ma neanche troppo: classifica nelle retrovie corta, che si muove a velocità testuggine, dando più di una possibilità ai rossoblù nell'anno nuovo di risalire la china. Impressione però che non traspare da quanto fatto in campo dal Bologna ieri: Filippo si affida al solito 3-5-2 con Okwonkwo per Palacio e Krejci largo preferito a Dijks; Simone opta per il 3-4-2-1, con Leiva in cabina di regia e in avanti Caicedo al posto di Immobile, con dietro Correa e Luis Alberto. Minimo sindacale per i biancocelesti che tamburellano il Bologna, trovando poi al 30' il vantaggio con Felipe, bissato da Lulic nel finale di gara. Gara fotocopia delle due precedenti: barricate davanti alla porta e pallino del gioco in mano agli avversari, una cartolina sbiadita e poco gradita di questo 2018, sperando che il 2019 ci riservi qualcosa di più.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..