Filippo Inzaghi durante gli allenamenti a Casteldebole Filippo Inzaghi durante gli allenamenti a Casteldebole Sara Melotti

Napoli - Bologna: la conferenza stampa di Filippo Inzaghi

Scritto da  Dic 28, 2018

Con la terza partita in sette giorni si chiude il girone di andata per il per i rossoblù capitanati da Filippo Inzaghi, solo due giorni e mezzo per prepararsi ad affrontare gli azzurri di Carlo Ancelotti. Un Napoli uscito rimaneggiato e flagellato dopo l'ultima giornata di campionato e che dovrà fare i conti con le assenze sia per squalifica che per infortunio, assenze che potrebbero giocare a favore del Bologna di Inzaghi, che quest'oggi ha presentato la sfida del San Paolo nell'abituale conferenza stampa pre match.

A Napoli partita importante..

"E' una squadra molto forte. Dovremo fare la nostra gara per portare a casa punti. Ci credo fortemente. La squadra si è allenata bene e speriamo che sia la partita della svolta. Magari gli episodi ci daranno una mano."

Credi di essere a scadenza?

"Non avverto questa cosa. Ho un ottimo rapporto con tutti. So che non abbiamo fatto quello che ci si aspettava ma so che con la società siamo in completa sintonia. Noi ci prendiamo le nostre responsabilità e sappiamo che potremo uscirne solo con il lavoro."

Se potessi tornare indietro cosa cambieresti?

"E' troppo facile parlare dopo, no tornerei mai indietro perchè so che ho dato tutto. Tutti ora cecano un colpevole ed io non voglio cadere in questo tranello. Noi dobbiamo tutti dare di più. Siamo convinti di poterne uscire e fortunatamente abbiamo venti partite davanti. Sono molto fiducioso, la squadra ci tiene e domani avremo la risposta dal campo."

Napoli che fa i conti con le assenze, il Bologna può approfittarne?

"Se pensassimo alle debolezze del Napoli faremmo un grande errore. Loro hanno assenze pesanti ma noi dobbiamo guardare in casa nostra. Nelle partite con le grandi squadre non siamo mai mancati ma dobbiamo stare sempre attenti. Possiamo fare una grande partita, ora resta da vedere se dovrò cambiare qualcuno che è più stanco degli altri."

Credi ci siano stati errori in fase di costruzione della squadra la scorsa estate?

"Ora tutti dobbiamo fare un passo indietro e capire cosa non va e fare meglio. Le colpe sono di tutti, io sono l'allenatore e mi prendo le mie. Continuo a dire che a maggio saremo salvi ma dobbiamo fare meglio e fare più punti. Io ce la metterò tutta perchè avvenga."

Squadra in flessione?

"La squadra in queste tre partite ha dato buona risposte. Siamo mancati nell'ultima parte di partita con la Lazio. Speravo in qualcosa in più. I ragazzi danno tutto ciò che hanno."

Hai mai pensato di mollare tutto?

"No assolutamente no."

Quali sono i fatti concreti che ti fanno pensare che si migliorerà e ci si salverà a maggio?

"Devo dare di più a questi giocatori. Contro queste squadre hanno dato il massimo e sono convinto che la scintilla possa arrivare in ogni partita, speriamo ci sia domani a Napoli"

Palacio diffidato ti farà fare calcoli a livello di formazione?

"Domani ci saranno in campo i migliori. Se sta bene domani sarà della partita."

Hanno recuperato tutti i tuoi giocatori visto anche le tante partite?

"Santander dalla partita di Coppa Italia non ha più ritrovato brillantezza ma è faticoso lasciarlo fuori. Valuterò bene. Ci sono tanti punti interrogativi. Domani capirò chi sarà abile ed arruolato per iniziare."

Orsolini seconda punta?

"Potrebbe giocare in quel ruolo ma noi abbiamo bisogno di sfruttare le palle in profondità. Per quello ho optato per Okwonkwo che è stato criticato ma dobbiamo ricordarci che è un ragazzo molto giovane."

Senti che visto gli episodi successi a Milano ed i cori razzisti credi ci si sarebbe dovuti fermare?

"Dovremmo parlare solo di calcio. Non esiste che al giorno d'oggi possano succedere episodi del genere. Per la non sospensione del campionato se la Lega ha deciso così noi ci adeguiamo. Sono vicino alla famiglia ma queste cose non devono succedere per una partita di calcio."

Cos'è Ancelotti per te?

"Da lui c'è solo da imparare, mi farà piacere incontrarlo e sarà strano affrontarlo in panchina dopo tutto quello che abbiamo vinto assieme. E' sempre emozionante incontrarlo. Sono contento per ciò che sta facendo a Napoli ma spero questa volta di dargli un dispiacere visto tutti i piaceri che gli ho fatto da giocatore."

Ultima modifica il Venerdì, 28 Dicembre 2018 15:01
Sara Melotti

Sarina per gli amici. Inviata multitasking, aspirante fotografa e giornalista.
Oltre alla passione per il Bologna ama la fotografia, lo sport in generale, i motori e gli animali.