I numeri del 2018 del Bologna FC. Un anno che lascerà scorie nella mente

Scritto da  Dic 31, 2018

E’ stato un 2018 amaro e povero di soddisfazioni per i tifosi rossoblù, ed uno sguardo ai numeri delle partite di campionato dell’anno solare 2018 è quasi incredibile.

Nel 2018 i rossoblù hanno conquistato 6 vittorie su 38 partitepoco meno del 16% delle gare giocate. Di queste sei partite in cui siamo riusciti a strappare i tre punti, nessuna è stata disputata lontano dal Dall’Ara e le gentili ospiti che ci hanno permesso di vincere sono state, in ordine di apparizione: Benevento (21/01/2018), Sassuolo (18/02/2018), Genoa (24/02/2018), Hellas Verona (15/04/2018), Roma (23/09/2018) ed Udinese (30/09/2018). Va sottolineato come due delle quattro squadre sconfitte la scorsa stagione siano poi retrocesse, e come quattro delle sei vittorie siano arrivate in due mesi (Febbraio e Settembre), lasciando quindi solamente due vittorie “affogate” in otto mesi di campionato.

Ultimamente abbiamo pareggiato varie partite, e magari qualcuno potrebbe pensare che le poche vittorie siano state bene o male bilanciate dai tanti pareggi. Non è esattamente così: le partite finite in parità sono state 10 su 38, quindi il 26% circa; in questo caso le gare in trasferta e quelle casalinghe sono più o meno rappresentate in parti uguali. Dai dati di pareggi e vittorie se ne desume che il 2018 ci abbia lasciato in dote il 58% di sconfitte (22 su 38). Nell’anno solare appena terminato non abbiamo mai battuto il Chievo, e se è vero che abbiamo battuto la Roma, è anche vero che abbiamo perso due partite su due contro la SPAL.

Le reti si mantengono in linea con le sconfitte, visto che a fronte dei 34 gol segnati, se ne contano 52 subiti, quasi venti gol di differenza che giustificano il maggior numero di partite finite con i nostri avversari a festeggiare i tre punti.

Il 2019 si apre con un calciomercato importante, che i numeri appena riportati, uniti alla posizione di classifica rendono fondamentale per cercare di raddrizzare una situazione decisamente deficitaria. Non basteranno però nomi a caso o semplici giocatori nuovi, perché se è vero che serve qualità a livello tecnico, bisogna tenere conto delle scorie che il 2018 ha prodotto. I numeri appena citati sono sotto gli occhi di tutti, calciatori in primis, ed è quindi ragionevole ed umano, capire perché a volte i giocatori appaiano timorosi e magari sbaglino cose semplici: sei vittorie in un anno solare farebbero perdere convinzione a molti. Il 2018 lascia un fardello emotivo importante alla compaggine rossoblù.

Il 2019 deve quindi portare nuovi giocatori con un tasso tecnico superiore, ma soprattutto deve spazzare vie le scorie mentali del 2018, oppure non basteranno 4/5 inserimenti a raddrizzare la mentalità di una squadra che da troppo tempo fatica a credere in sé stessa. Staff tecnico, dirigenza e giocatori devono lavorare anche su questo aspetto. Anche per questo i tifosi sono chiamati a sostenere la squadra, nonostante i pessimi risultati ed i problemi evidenziatisi.

Forza Bologna, e speriamo in un 2019 migliore per tutti noi!

Ultima modifica il Lunedì, 31 Dicembre 2018 15:40
Simone Zanetti

Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.