Il Resto del Carlino - Soriano, il tuttocampista che serve al Bologna ESPN.com

Il Resto del Carlino - Soriano, il tuttocampista che serve al Bologna

Scritto da  Gen 06, 2019

Se Mihajlovic dovesse tornare sulla panchina del Bologna, un giocatore rossoblù – probabilmente – ne sarebbe molto felice: Roberto Soriano. Dell’allenatore serbo, infatti, il centrocampista italiano nato a Darmstadt dice che “con lui sono cresciuto tantissimo perché mi ha insegnato tante cose, soprattutto essere cattivo in zona gol”. Proprio quello che serve al Bologna, vista la miseria di 15 reti segnate in 19 partite e la povertà dei gol segnati dagli uomini di metacampo.
Uno su tutti è Dzemaili, che – dopo aver segnato 8 reti nel campionato 2016/2017 – è ritornato sotto le Due Torri con una personalità nuova e meno redditizia in zona gol. Nello stesso anno, Soriano ne aveva segnate ben 10 e, contando quattro anni dal 2013 al 2017, addirittura 27. Roberto è un giocatore che ha passato tutti i ruoli della linea mediana, assumendo il nome di “tuttocampista” e guadagnandosi anche le chiamate in Nazionale, con Prandelli e Conte.

Si può dire, quindi, che la parte più negativa della sua carriera l’abbia passata a Torino con Mazzarri, col quale ha giocato solamente 11 partite. Possibile, insomma, che un ragazzo di 27 anni abbia perso (di colpo) la sua vena realizzativa? Sicuramente, quattro mesi non fanno statistica, e a Bologna (anche se non dovesse arrivare Mihajlovic) avrà più tempo per “riconquistare” e dimostrare le sue doti.

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.