Stampa questa pagina
Il Resto del Carlino - Il rinnovo di Pulgar è ancora un rebus Sara Melotti

Il Resto del Carlino - Il rinnovo di Pulgar è ancora un rebus

Scritto da  Gen 10, 2019

Il mediano è colui che gioca nella linea intermedia del campo, che amministra le azioni palla al piede, che con decide come e con quanta velocità la palla deve viaggiare tra i compagni.
Nel Bologna, questo compito è – solitamente – affidato a Pulgar, che, purtroppo per i rossoblù, ha avuto un girone d’andata in calo rispetto alla stagione scorsa. E, si sa, ciò che succede in campo si riversa anche al suo esterno. Il cileno, infatti, dopo essere stato (a quanto sembra) vicino al rinnovo nei mesi scorsi, ha in mano il pallino del gioco dei felsinei. Anzi, sarebbe meglio dire che ha in mano la patata bollente: se infatti il prolungamento del contratto non dovesse arrivare, i dirigenti delle Due Torri saranno costretti a metterlo sul mercato, per non rimetterci troppo dei 12 milioni che il Sassuolo aveva offerto in estate, siccome ha il contratto in scadenza nel 2020. La società di Squinzi potrebbe ancora essere interessata (anche se, magari, non proprio in questa sessione), dato che le voci su Sensi e Duncan potrebbero fare eco anche in estate, ma inevitabilmente la quotazione si abbasserà.
Dal canto suo, il Bologna potrebbe rimpiazzarlo con un giocatore di esperienza come Montolivo, 33enne che pare intenzionato a rimanere al Milan fino a giugno, e dal quale la società rossoblù lo preleverebbe a zero. Le altre piste, anche se ora come ora molto incerte, riguardano Sandro e Mazzitelli: il primo ha richieste in oriente, mentre il secondo rientrerà in casa Sassuolo.

Guardando le opzioni in avanti, le soluzioni sono sempre le stesse: i dirigenti dovranno “per forza” vendere, per non correre il rischio di dover mettere qualcuno fuori rosa a causa della lista Over 22 (nella quale, ricordiamo, ci dovranno essere solo 21 giocatori, mentre adesso ce ne sono 29). Antonelli e Spinazzola sono le alternative di Krejci, richiesto dallo Sparta Praga, mentre Falcinelli ha sicuramente apprezzamenti in zona ciociara. Inoltre, sembra che dovranno partire in prestito Valencia e Okwonkwo (Livorno).
In difesa, Paz e uno tra De Maio e Gonzalez potrebbero fare spazio a Tonelli.

A ventuno giorni dalla fine del mercato, ci sono ancora tanti condizionali e troppi nomi usciti: per questo, a Casteldebole, non avranno fatto i salti di gioia dopo la notizia del prolungamento del mercato.

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.