Stampa questa pagina

Il Bfc spreca un'occasione: a Ferrara è 1 a 1

Scritto da  Gen 20, 2019

 

 

FERRARA - Finisce 1 a 1 al Mazza di Ferrara e il risultato soddisfa maggiormente i padroni di casa che mantengono inalterate le distanze. Inzaghi cambia modulo e propone un 4-3-3 con Sansone e Orsolini larghi rispetto alla centralità di Palacio.
La prima occasione capita dopo due minuti sulla testa di Vicari, a seguito di un corner. La palla è morbida ed è facile preda di Skorupski. Sul ribaltamento di fronte, Palacio guadagna un angolo con una saetta dalla media distanza. È poi Soriano che impensierisce la difesa spallina con una rasoiata dai venti metri, altro corner.
Al quarto d’ora, ci prova Antenucci da fuori, dopo essersi aggiustato il pallone ma il tiro risulta debole e facile per Skorupski.
L’occasione più ghiotta capita però sui piedi di Soriano, due minuti dopo. Il centrocampista rossoblù riceve la sfera da Danilo, un dribbling in area e il tiro che viene ribattuto in corner. Dalla battuta di quest’ultimo il Bologna beneficia di due occasioni in seguito ma la prima è ben parata e il successivo tiro di Soriano colpisce il palo.
Al 22’ Lazzari incrocia ma la palla si allarga eccessivamente e esce.
Sul cambio d’azione, il Bologna passa in vantaggio. Palacio riceve il pallone sulla trequarti, finta il sinistro e poi colpisce con forza col destro. 0 a 1 e il Bologna sembra aggiungere qualcosa in concretezza.
Al 29’ reazione biancazzurra con un tiro da fuori di Antenucci su cui compie una parata strepitosa Skorupski è manda in corner.
Passata la mezz’ora ci riprova la Spal con Kurtic ma il pallone finisce ancora in angolo, ma senza conseguenza per i rossoblù.
Al 43’ si compone bene uno schema rossoblù su calcio d’angolo ma la soluzione finale di Orsolini finisce alta. E nulla da aggiungere al primo tempo.
I rossoblù iniziano la seconda frazione con piglio aggressivo alla ricerca del gol che chiude la partita.
Ma è la Spal che trova il pareggio. Orsolini perde palla in uscita e il pallone rimane nelle prossimità di Antenucci che trova l’angolo perfetto e insacca. Sarebbe 1 a 1 e tutto da rifare per il Bologna, ma il Var ci mette quattro minuti e scova un fuorigioco di Petagna e annulla la rete. E si rimane sullo 0 a 1.
Il Bologna spreca poi un contropiede che li vede in vantaggio numerico: Orsolini si complica la vita e spara fuori.
Dopo un’ora di gioco è poi Soriano che riceve un bel pallone al limite dell’area ma il successivo tiro del centrocampista finisce di poco fuori.
E la legge del calcio cade inesorabile. Arriva il pareggio di Kurtic che riceve un pallone crossato da Lazzari dalla destra. Il colpo di testa del centrocampista spallino marca l’1 a 1, al 63’.
Passano due minuti e Orsolini cerca l’impresa con una rovesciata ma il pallone viene ribattuto sulla linea.
Il Bologna si sta facendo schiacciare e Danilo salva sulla linea un colpo a botta sicura di Antenucci che avrebbe ribaltato la partita.
Così Inzaghi prepara il doppio cambio con Santander e Svanberg a sostituire Orsolini e Poli.
All’83’ ci prova Sansone da fuori area ma il pallone viene bloccato con sicurezza da Viviano.  Ma l’occasione migliora capita tre minuti dopo sulla testa di Palacio ma l’argentino colpisce male e la palla si alza uscendo.
Il finale di partita è piuttosto concitato con ammonizioni che si susseguono e schemi saltati. E così il risultato non cambia ma a rimetterci maggiormente sembrano i rossoblù che non accorciano le distanze con i ferraresi.


SPAL (3-5-2): Viviano; Bonifazi, Vicari, Felipe; Lazzari (83’ Cionek), Missiroli, Valdifiori (80’ Schiattarella), Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna (87’ Paloschi). All.: Semplici
BOLOGNA (4-3-3): Skourupski; Calabresi, Danilo, Helander, Dijks; Poli (77’ Svanberg), Pulgar, Soriano; Orsolini (77’ Santander), Palacio, Sansone. All.: F.Inzaghi
Arbitro: Fabbri da Ravenna (assistenti Costanzo e Longo, IV uomo Marinelli. Al Var Guida, aiuto Var Tolfo)
Reti: 24’ Palacio (B), 63’ Kurtic (S)
Ammoniti: 30’ Soriano, 75’ Helander, 93’ Pulgar (B) 39’ Valdifiori, 95’ Cionek (S)

Ultima modifica il Domenica, 20 Gennaio 2019 17:34
Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.