Bologna-Genoa: obiettivo sorpasso. Ecco le probabili formazioni Corriere di Bologna

Bologna-Genoa: obiettivo sorpasso. Ecco le probabili formazioni

Scritto da  Feb 10, 2019

3 punti per tornare alla vittoria casalinga, 3 punti per dare seguito al bel successo di San Siro, ma soprattutto 3 punti per togliersi di dosso il terz'ultimo posto e scavalcare l'Empoli, e perchè no anche l'Udinese, nel caso in cui i friulani non dovessero vincere a Torino contro i granata.
E' una partita fondamentale quella di oggi, come ha detto lo stesso Mihajlovic: "non vincere contro il Genoa renderebbe inutile il successo contro l'Inter", quindi barra dritta e concentrazione per un match tutt'altro che scontato, contro una squadra che vorrebbe dare la mazzata decisiva al suo campionato, e allontanarsi ancora di più dalla zona rossa.

Per i rossoblù di Bologna una settimana difficile dal punto di vista degli infortuni, con Orsolini e Lyanco che sono finiti ai box dopo l'ottima prova di Milano, soprattutto del nuovo difensore brasiliano, che ha stupito tutti per attenzione e qualità. I due ne avranno per qualche settimana.
Un altro che è finito in infermeria per un affaticamento muscolare è Santander, che è tornato ad allenarsi con il gruppo solamente a fine settimana. Non è da escludere la presenza del Ropero dal primo minuto, anche se è più ipotizzabile che parta dalla panchina. Nel caso in cui Santander non venisse rischiato, in avanti vedremo un tridente leggero composto da Sansone, Edera e Palacio; mentre con il numero 9 in campo si formerebbe il ballottaggio Sansone-Edera.
Il Genoa arriva alla sfida del Dall'Ara dopo i tanti cambiamenti in seguito al mercato invernale, che ha visto la partenza del pistolero Piatek, e l'arrivo di diversi giocatori, tra cui Radovanovic, Lerager e Sanabria (quest'ultimo in gol 2 volte su 2).
In difesa non ci sarà Romero per squalifica, mentre in attacco darà forfait anche Favilli per uno stiramento muscolare.

Ecco quindi i probabili 11 della sfida delle ore 12.30

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Calabresi, Danilo, Gonzalez, Dijks; Poli, Pulgar; Edera, Soriano, Sansone; Palacio.

Genoa (4-4-2): Radu; Biraschi, Gunter, Zukanovic, Criscito; Lazovic, Radovanovic, Lerager, Bessa; Sanabria, Kouame'.

Tatticamente il Genoa è una squadra molto elastica, che può cambiare schieramento in corso d'opera, soprattutto quando c'è Bessa in campo. La base sarà un 4-4-2, ma in fase di possesso palla Lazovic potrebbe salire moltissimo per dare ampiezza e profondità alla manovra genoana, con Bessa che verrebbe dentro il campo per dare qualità alla manovra. Il pericolo numero 1 è ovviamente Kouame', che non concede punti di riferimento alle difese avversarie, allargandosi sempre molto sulla sinistra e buttandosi dentro l'area quando serve.
La squadra di Mihajlovic, potrebbe mettere in difficoltà gli uomini di Prandelli soprattutto in transizione, con la velocità degli esterni offensivi, e la qualità di Soriano, che come contro l'Inter svolgerà il ruolo di collante tra il centrocampo e l'attacco, magari cercando di inserirsi qualche volta di più.
In attacco, vedremo quelle che saranno le scelte di Sinisa, con Destro che parte indietro rispetto ai suoi compagni, ma alla finestra e voglioso di farsi trovare pronto.

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.