Under 17, Magnani e Montebugnoli: "Sono due punti persi" Pietro Pieralisi

Under 17, Magnani e Montebugnoli: "Sono due punti persi"

Scritto da  Feb 10, 2019

Dopo il pareggio con la Spal, si sono fermati ai nostri microfoni mister Magnani e il capitano, Matteo Montebugnoli.

Mister, partiamo subito dall’episodio incriminato.
“L’abbiamo rivisto, non l’ha dato. Era un rigore non netto, di più, però secondo me il pareggio era giusto perché loro hanno fatto qualcosa in più nel secondo tempo. Noi non abbiamo interpretato bene, però verso la fine abbiamo avuto due occasioni importanti: la parata del loro portiere e la punizione in cui non abbiamo centrato la porta. Però, dai, con il pareggio siamo ancora lì. Abbiamo 4 punti in meno, noi abbiamo già riposato, loro no, quindi siamo ancora tutti in gioco”

Tenendo conto del possibile rigore, più un punto guadagnato o due persi?
“Chiaramente due punti persi. Chiaro che non puoi non dare un rigore del genere sotto gli occhi, uno tira la maglia così a uno che sta andando in porta…non so perché non l’ha dato, però è così”

Dopo la sconfitta immeritata contro il Verona, il buonissimo pareggio a Bergamo, oggi un altro pari: la squadra sta crescendo ed è sempre lì.
“Se la giocherà fino in fondo per andare ai playoff, ma questo è fuori discussione”

Avete ancora un po’ di infortunati, oggi sono rientrati Moller e Grieco, vi siete mossi nel mercato invernale, dando via tre giocatori e ricevendone quattro. Come si presenta la squadra nei prossimi mesi?
“Mah, sono arrivati ragazzi stranieri che devono essere tesserati. Speriamo che tutti diano l’apporto per andare ai playoff: in tante annate ci vai, in altre no, però questa può essere quella come quella in cui i 2001 se la sono giocata fino all’ultimo. I 2002 hanno tutte le carte per poterci andare, quindi proviamoci”


Arriva Matteo Montebugnoli.

Come al mister, ti faccio la domanda riferita anche al mancato rigore. Un punto guadagnato o due punti persi?
“Secondo me, sono due punti persi. Potevamo sicuramente vincere, però eravamo contro una grande squadra, quindi ci accontentiamo di questo punto e guardiamo alla prossima partita”

Infatti è un peccato perché Milan, Brescia, Inter si sono fermate. Siete un po’ fuori dalla zona playoff, però comunque nei pressi.
“Sì, noi proviamo a lottare ancora per i playoff perché è il nostro obiettivo. Speriamo di arrivarci, ci impegneremo ma non possiamo andare avanti a pareggi”

Secondo te, il vostro percorso è influenzato anche dagli infortuni?
“Noi abbiamo parecchi infortunati, undici o dodici. Sicuramente è una bella perdita per tutta la squadra, non è facile giocare con dodici infortunati”

Voglio mettere un po’ di zizzania nello spogliatoio: oggi Cudini ha segnato il secondo gol in campionato, ma tu gli hai “rubato” la fascia di capitano.
(ride, ndr) “Ha deciso il mister di darla a me, quindi io l’ho presa molto volentieri. Anzi, è un onore portarla, poi se deciderà di darla a Cudini non posso dire niente: è lui che decide”

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.