L'invasione rossoblù di Casteldebole L'invasione rossoblù di Casteldebole Sara Melotti

Un girone fa - Bologna vs. Roma: I tifosi spingono i rossoblù alla vittoria. Mattiello e Santander affondano la Roma

Scritto da  Feb 12, 2019

Esattamente un girone fa arrivò, finalmente, la prima vittoria per i rossoblù dopo la settimana precedente alla sfida interna contro la Roma che non fu delle più semplici. Le critiche erano tante ed altrettanti erano i dubbi che attanagliavano squadra e tifosi. “Non sappiamo più come si fa per esultare, non segniamo mai” questa era una delle tante frasi che si udivano in quel periodo di “siccità” rossoblù.

Ma i tifosi del Bologna, nonostante siano notoriamente molto critici, hanno un asso nella manica non da poco: la loro incontenibile e bellissima passione per i colori rossoblù..

 

IERI - Sarebbe facile riassumere Bologna-Roma analizzando semplicemente la partita che fu, i goal segnati e le belle giocate. Ma la verità è che la partita fu vinta già alla vigilia del match quando una marea rossoblù invase Casteldebole per dare la carica alla squadra. “Noi con voi, per questa maglia… uniti fino all’ultima battaglia” recitava il grande striscione affisso alla rete ai margini del campo e dietro un grande muro di mani e le voci di coloro che quel rossoblù lo hanno nel cuore. La squadra rispose con un grande applauso e con la silenziosa promessa di mettercela tutta per portare a casa il risultato.
Il giorno dopo quando il Bologna scese in campo riuscì a mantenere quella promessa regalando la vittoria ai propri tifosi.

Filippo Inzaghi, a livello di formazione, optò per Svamberg e Calabresi regalando loro la maglia di titolari con entrambi che si fecero trovare pronti così come Mattiello che aprì le marcature bucando la difesa giallorossa e regalando, finalmente, il primo goal della stagione e la prima gioia ai tifosi rossoblù. Ma quella di un girone fa fu soprattutto la partita di Federico Santander, il paraguaiano disputò una partita da incorniciare ed uscì dal campo ricevendo una meritata standing ovation da parte del pubblico del Dall’Ara. 

 

OGGI - Il 4-3-3 scelto da Sinisa Mihajlovic prevederà uomini molto diversi rispetto a quelli schierati da Filippo Inzaghi nel suo 3-5-2 utilizzato nel match di andata. Così come allora il Bologna dovrà fare a meno di Rodrigo Palacio che dovrà scontare una giornata di squalifica proprio contro i giallorossi e che potrebbe spianare la strada a Simone Edera.
Nonostante i dubbi di formazione il tecnico rossoblù potrà contare su un Mattia Destro ritrovato, merito del goal segnato contro il Genoa che ha probabilmente ridato la fiducia smarrita all’attaccante ascolano che ora è libero di giocarsi il posto con Federico Santander, mattatore della sfida di andata. 

Sembra invece fuori dalle rotazioni Diego Falcinelli, l’attaccante che vestì la maglia da titolare all’andata non sembra destinato a vedere il campo sovrastato dal rientrante Sansone e dal ritrovato Mattia Destro. 

L’adunata di Casteldebole questa volta non sarà necessaria ma il tifo e la passione rossoblù di certo non mancheranno lunedì sera all’Olimpico dove il Bologna scenderà in campo per fare bene e trovare la continuità necessaria a raggiungere il prima possibile una zona di classifica molto più tranquilla.

Sara Melotti

Sarina per gli amici. Inviata multitasking, aspirante fotografa e giornalista.
Oltre alla passione per il Bologna ama la fotografia, lo sport in generale, i motori e gli animali.