Il Resto del Carlino - A Roma potrebbe essere il momento di... SantanDestro

Scritto da  Feb 16, 2019

Lunedì sera riflettori accesi su quel meraviglioso catino che è l'Olimpico di Roma, per vedere e (speriamo!) apprezzare un Roma-Bologna di altri tempi. Altri tempi, soprattutto, per il Bologna che langue in fondo alla classifica, ma che con Mihajlovic ha intrapreso una strada di redenzione grazie anche ai suoi attaccanti principi: Federico Santander e Mattia Destro. In un modulo forgiato in queste ultime due settimane, quel 4 2 3 1 che ha portato in dote fino a qui ben 4 punti e costruito sulle caratteristiche dei giocatori presenti in rosa, ha dato spazio ad un solo attaccante puro per volta. Problema? Assolutamente no, perché Sinisa ha dato consapevolezza ai due "pichici", responsabilizzandoli e facendoli sentire titolarissimi e fondamentali per la sua squadra. Con l'inter Santander, ripagato con un goal, stessa cosa con il Genoa, dove a scendere in campo fin dall'inizio è stato Destro, che ha bollato con un goal dei suoi, facendo intravedere un percorso di recupero che il mister serbo ha intrapreso efficacemente con lui. Perchè fin dalla sua presentazione Mihajlovic è stato chiaro:" Mattia per me è un titolare", esattamente come lo è Federico, perchè loro hanno già capito che il posto lo si conquista in settimana allenandosi bene e facendosi vedere "in gran spolvero". Per questo Sinisa, alle prese con qualche defezione in attacco (Orsolini e Palacio), ha in mente di riproporre la davanti una staffetta che fino a qui ha prodotto risultati, indipendentemente dall'avversario. Ai fianchi dei due staffettisti ci saranno Simone Edera sulla destra e il rientrante Nicola Sansone sulla fascia mancina, che avranno il compito di portare pericoli alla porta di Olsen. E speriamo che questa 4 x 95 (Edera, Destro/Santander, Sansone x i 90 minuti regolari + il recupero) porti a casa l'oro, che tradotto sarebbero i punti che servono al Bologna per il suo processo di risalita e mantenimento della categoria. 

 

(Fonte Marcello Giordano - RdC)

 

Ultima modifica il Sabato, 16 Febbraio 2019 11:52
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"