Sinisa Mihajlovic Sinisa Mihajlovic Sara Melotti

Il Resto del Carlino - Sinisa Mihajlovic e la Roma nel destino

Scritto da  Feb 17, 2019

Sinisa Mihajlovic, Roma e il destino. Sì, perché per l'allenatore serbo la sfida di lunedì sera dell'Olimpico ha un sapore speciale. Come scrive Marcello Giordano sulle colonne de "Il Resto del Carlino", nel '92 il tecnico rossoblù esordì da calciatore in Italia proprio tra le file dei giallorossi. Non solo: la scelta di legarsi alla Capitale, trovando casa e moglie nella città del Colosseo, la continua "lotta" casalinga tra due fedi, quella romanista della sua compagna Arianna Rapaccioni e della sua famiglia, quella biancoceleste sua e dei suoi figli. Nonostante il ritorno a Roma, sponda Lazio, i tifosi della Roma, in fondo, un ringraziamento a Mihajlovic lo devono: fu proprio Sinisa a suggerire all'allora allenatore giallorosso Vujadin Boskov di far entrare in campo un giovanissimo Francesco Totti, dopo averne discusso la convocazione il giorno prima, visto l'infortunio occorso a Tomas Hassler. Un fiuto spiccato per il talento, che si è evoluto al suo passaggio in panchina, permettendogli di lanciare (con successo) Gigio Donnarumma ai tempi del Milan, e consacrare Belotti come uno dei giovani talenti del calcio italiano, che sotto la sua guida è esploso definitivamente, segnando con il tecnico di Vukovar alla guida del Torino la bellezza di 26 reti condite da 8 assist. Talento riconosce talento: Sinisa, dopo la parentesi in giallorosso, è ritornato nella Capitale con i rivali storici, vincendo uno scudetto, due Supercoppe italiane, una Supercoppa Europea, una Coppa delle Coppe e due Coppe Italia, reinventandosi difensore centrale e cucendosi il biancoceleste addosso. Rivale non solo da calciatore: da allenatore si è consolidato come una delle bestie nere della Roma, con il suo ruolino di marcia da tecnico che recita 3 vittorie, due pareggi e due sconfitte. Serve uno schiaffo ai suoi "vecchi colori", l'ennesimo della sua carriera: la salvezza passa anche da qui.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..