Tornano Palacio e Lyanco, ma Pulgar squalificato: dilemma in mediana

Scritto da  Feb 26, 2019

La squadra ieri ha svolto la consueta seduta di scarico in palestra, mentre tutti gli altri hanno eseguito delle esercitazioni tattiche, con partitella finale. Federico Mattiello continua a svolgere allenamenti differenziati, ma non si esclude il rientro in gruppo in settimana, mentre Matti Destro ha cominciato la riabilitazione in campo.  

La buona notizia però, che vi avevamo già annunciato sabato, è il rientro in gruppo di Rodrigo Palacio, che si è allenato regolarmente con i compagni. El Trenza sarà quindi disponibile per il delicato scontro alla pari in trasferta di Udine. L'argentino avrà una settimana per rimettersi in forma, con ogni probabilità sarà chiamato in causa per dare una mano in fase realizzativa: Rodrigo non è mai stato un bomber, bensì con l’esperienza può aiutare i compagni.
Un altro fondamentale recupero è quello di Lyanco: il centrale di proprietà del Torino ricomporrà così la coppia con Danilo che ha brillato nel primo tempo del trionfo in quel di San Siro.

Non solo infortuni, c’è un altro nodo da sciogliere: peccato che il tecnico debba rivedere gli equilibri faticosamente costruiti attorno al 4-2-3-1 e alla diga di centrocampo composta da Pulgar e Poli. Il cartellino giallo rimediato dal cileno contro la Juventus farà scattare un turno di squalifica: morale, c’è una scelta da affrontare. Il naturale sostituto è Adam Nagy che, però, è anche il giocatore meno fisico della rosa e la fisicità è uno degli elementi fondamentali nel gioco dettato dal mister. Un altro contro dello svizzero sono i pochi minuti nelle gambe. C’è un’altra alternativa: abbassare Soriano in mediana, il che aprirebbe una falla da tappare sulla tre quarti con Palacio. Dzemaili? Già provato in mediana in due scampoli di gara con Genoa e Roma, ma da non escludere. Svanberg? Possibile ma difficile, fin qua il mister lo ha impiegato sulla trequarti, ma come cambio degli esterni.
Tra le scelte da fare c’è anche quella della conferma o meno di Helander, Lyanco e Gonzalez hanno già messo due settimane di lavoro nelle gambe.

 

Da domani inizieranno gli esperimenti che porteranno Sinisa Mihajlovic a fare la scelta definitiva, soprattutto in base alle condizioni dei singoli. 

 

(foto:juventusnews)