Orsolini esulta dopo il goal vittoria dell'andata Orsolini esulta dopo il goal vittoria dell'andata repubblica.it

Un girone fa - Bologna vs. Udinese: Santander ed Orsolini siglano la rimonta rossoblù

Scritto da  Feb 28, 2019

Un girone fa arrivava la seconda vittoria del Bologna, la seconda consecutiva in casa dopo un avvio decisamente complicato.

Un girone dopo il Bologna è in procinto di affrontare l’Udinese in una Dacia Arena che vedrà un vero e proprio esodo dei tifosi rossoblù.

L’obiettivo è il medesimo di un girone fa, ovvero quella vittoria che, oltre a dare morale, darebbe importanti segnali in termini di salvezza. 

 

IERI - Quella di andata fu un successo importante dei rossoblù che dimostrarono estrema tenacia nel riuscire a ribaltare una partita che, guardando il primo tempo, proprio bene non si era messa. A farne le spese fu un Udinese padrona del gioco una sola frazione di gioco che, dopo essere passata in vantaggio con Pussetto, si è fatta rimontare prima da Santander poi da Orsolini che da subentrante  regalò la vittoria ai rossoblù a soli 8 minuti dal temine del match. 

E se è vero che “squadra che vince non si cambia” allora forse fu meglio non stravolgere nulla. L’undici schierato dall’allora allenatore Filippo Inzaghi fu infatti il medesimo che regalò la vittoria interna contro la Roma con davanti il duo Santander-Falcinelli ad impensierire la difesa bianconera. 

Nonostante il risultato finale a favore dei rossoblù il primo tempo non si avviò esattamente nel migliore dei modi. L’Udinese comanda e gioca mentre il Bologna appare decisamente più sgonfio. I rossoblù reclamano un rigore per atterramento di Svanberg in area con lo svedese che, nonostante la VAR review da parte del direttore di gara ,fu ammonito - ingiustamente diciamo la verità - per simulazione. Bene ma non benissimo insomma.

I rossoblù capitolarono al 32mo minuto di gioco per mano di Pussetto a cui risponde un Santander decisamente in palla che, solamente dici minuti dopo, demolisce la traversa insaccando un missile terra-aria alle spalle del portiere friulano.

La seconda frazione passa di mano, l’Udinese gioca bene ma non incide quanto nella prima frazione di gioco. A guadagnarci fu il Bologna che riuscì ad imporsi e a prendere in mano le redini del gioco. Girandola di cambi che vede Filippo Inzaghi buttare nella mischia Orsolini entrato al posto di Svanberg ed è proprio il giovane attaccante a regalare la vittoria a soli otto minuti dal termine.

 

OGGI - Il Bologna ora capitanato da Sinisa Mihajlovic arriva dall’immeritata sconfitta interna contro la Juventus con ritrovato entusiasmo. Lo testimoniano gli stessi tifosi rossoblù che dopo aver sostenuto a gran voce la propria squadra contro Ronaldo e company hanno di fatto fulminato quasi 3000 ticket per la trasferta alla Dacia Arena, tutti uniti sotto un unico slogan: Tutti ad Udine!

Il Bologna dal canto suo arriva da una prestazione più che convincente e che fa ben sperare per la prossima e cruciale sfida contro i bianconeri dell’Udinese. 

Dal punto di vista della formazione il tecnico serbo dovrà trovare un alternativa  da affiancare ad Andrea Poli diversa da Erick Pugar che, dopo l’ammonizione rimediata la scorsa domenica, sarà costretto a saltare quest’importante sfida per squalifica. A candidarsi per una maglia da titolare sono Blerim Dzemaili, Adam Nagy, Mattias Svanberg oppure il rientrante Godfred Donsah. Considerando il fatto che con l’arrivo di Mihajlovic le gerarchie pre-esistenti si sono quasi totalmente azzerate chiunque di loro potrebbe scendere in campo vestendo la maglia da titolare anche se, probabilmente, la scelta del mister potrebbe ricadere su uno tra Blerim Dzmaili o Adam Nagy. 

Rispetto alla formazione vista in campo nella sfida di andata cambieranno sicuramente anche le pedine in difesa fatta eccezione per Danilo che ormai guida stabilmente il reparto arretrato. Al suo fianco verrà con ogni probabilità schierato il rientrante Lyanco mentre nella sfida di andata fu schierato Sebastien De Maio che oggi milita proprio nella compagine friulana. Si conferma invece Santander, titolare sia nella sfida di andata che, con tutta probabilità in quella di ritorno.

Sara Melotti

Sarina per gli amici. Inviata multitasking, aspirante fotografa e giornalista.
Oltre alla passione per il Bologna ama la fotografia, lo sport in generale, i motori e gli animali.