Il Bologna scorna il Toro: 2 a 3

Scritto da  Mar 16, 2019

TORINO - Importantissima vittoria del Bologna che prima ribalta l’autogol di Pulgar e poi chiude la partita sul 2 a 3. Per la classifica è vera manna ma la vittoria è assolutamente meritata.
Dopo due minuti il Bologna passa in vantaggio ma l’arbitro Mariani annulla la rete di Palacio per sospetto fallo di Lyanco su Sirigu. Dopo due minuti, errore del centrocampo rossoblù e il tiro di Meité viene parato da Skorupski; sulla successiva ribattuta, Belotti non inquadra la porta.
Le due squadre sembrano opporsi a viso aperto ma per sbloccare la partita ci vuole un autogol di Pulgar che toglie a Skorupski la possibilità di intervenire e la palla (calciata da fuori area da Ansaldi) si insacca in rete. 1 a 0, ma la squadra di Mihajlovic non sembra aver intenzione di mollare.
Infatti, i rossoblù ci provano due minuti più tardi con un tiro in area a botta sicura di Orsolini ma il pallone viene respinto da Sirigu.
Ci riprova Sansone al 16’ ben imbeccato in area da Soriano; l’attaccante felsineo, tuttavia, si fa ribattere il tiro e il pericolo per i granata sfuma.
La squadra di Mihajlovic mantiene pressione sugli avversari appena ricevono palla ma il Toro è decisamente pericoloso ogni volta che riparte.
Dopo appena ventuno minuti, guai per il centrocampo rossoblù: Dzemaili si accascia a terra per un risentimento muscolare ed è costretto a uscire. Al suo posto, entra Poli.
Nel frattempo, inizia un duello al limite del personale tra Sansone e Izzo che si trovano spesso a confrontarsi sulla stessa zona di campo. Il giocatore granata trova spesso il favore dell’arbitro Mariani che vede falli subiti dal granata anche quando si butta a pesce morto come fosse investito da un camion in velocità.
Ma tutto torna in equilibrio al 29’ quando Palacio è bravo a recuperare sul fondo un pallone e crossarlo per il neo entrato Andrea Poli che svetta di testa e infila Sirigu. 1 a 1 e la partita rimane piuttosto divertente.
I rossoblù insistono e alla mezz’ora è bravo Sansone a conquistare un calcio d’angolo dopo un bel tiro dalla zona destra d’attacco. Sul corner il Bologna protesta veementemente per un fallo di mano di Meité in area. Mariani va a rivedere le immagini e concede il rigore. Batte Pulgar come nella precedente settimana e, come allora, insacca il vantaggio esterno. Al 34’ il Bologna ha ribaltato la partita: 1 a 2.
Il Torino cerca di recuperare ma gli uomini di Mihajlovic sono carichi come delle molle e riescono a chiudere il primo tempo in vantaggio.
Inizia la seconda frazione e dopo neanche due minuti, Ansaldi prova violentemente da fuori area ma Skorupski è attento e blocca in sicurezza. Altrettanto fa Zaza al 49’, Skorupski risponde come prima e arresta la sfera tra le mani.
In questa fase sono i granata a cercare maggiormente la porta avversaria ma il Bologna sembra difendere comunque bene.
Al 56’ è bravo Rincon ad inquadrare la porta ma Skorupski interviene e sventa. Sulla ribattuta, Belotti non riesce a raggiungere il pallone.
Al 57’ i rossoblù si fanno pericolosi e Palacio riesce a scovare Sansone in mezzo all’area e, come già successo con Poli, di testa insacca. Mariani, tuttavia, aspetta il controllo del Var e, successivamente, annulla il gol per fuorigioco millimetrico (spalla) dello stesso attaccante. Si rimane sullo stesso punteggio.
Al 63’ il Toro reagisce e Belotti serve a centro area Ansaldi: l’argentino, tuttavia, spara alto.
Ma l’1 a 3 il Bologna lo trova comunque al 65’. Soriano recupera un pallone sulla trequarti e, in rapida ripartenza, serve Orsolini che controlla in area e infila tra le gambe Sirigu.
Intanto Izzo, continua a buttarsi come toccato dalla fatina cattiva anche in area ma Mariani non ci cade.
Incredibile l’intervento di Skorupski al 69’ su Belotti lanciato a rete. Il portiere polacco sventa con i piedi l’ipotesi di raddoppio dei granata.
Al 73’ Palacio fa quello che vuole in area avversaria sulla linea di fondo. Il suo corto cross, tuttavia, non incontra nessun attaccante rossoblù e successivamente Orsolini non sfrutta al meglio l’azione, con la palla rimasta in area.
Secondo cambio del Bologna all’81’: Mihajlovic sostituisce un attaccante (Sansone) con un centrocampista (Svanberg) per cercare di rimanere più coperto e provare a gestire più a lungo la palla. Tuttavia i granata rimangono in attacco per cercare di riaprire l’incontro mentre il Bologna, in questa fase finale, cerca di coprire ogni spazio.
All’84’ Zaza è rapidissimo ad anticipare il difensore e colpire in area un cross di Belotti dalla sinistra, ma la volée si alza oltre la traversa. Intanto esce anche Orsolini; al suo posto Mattiello.
All’87’ Lyanco commette un fallo da dietro su Berenguer; seconda ammonizione e il difensore brasiliano viene espulso. Sulla punizione, Skorupski commette un grave errore sul tiro di Izzo, la palla gli sfugge e finisce in rete. 2 a 3 e il Toro accorcia le distanze.
Il portiere è poi bravo a parare a terra un tiro da fuori area di Iago Falque al 91’. L’arbitro ha concesso ben sei minuti di recupero.
Al 92’ viene però espulso anche Ola Alina che prima commette fallo su Palacio, si prende un’ammonizione ma, dopo le proteste, costringe Mariani a estrarre anche il rosso.
La partita si chiude al 97’ tra la rabbia dei granata e l’esultanza dei rossoblù. Compresi i tifosi arrivati da Bologna. È una vittoria che pesa tantissimo.


TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji (72’ Berenguer); Ola Aina, Baselli (55’ Iago Falque), Rincon, Meïté (76’ Lukic), Ansaldi; Zaza, Belotti. All. Walter Mazzarri
BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Dzemaili (21’ Poli), Pulgar; Orsolini (85’ Mattiello), Soriano, Sansone (81’ Svanberg); Palacio. All. Sinisa Mihajlovic
Arbitro: Mariani di Aprilia (assistenti Paganessi e Gori; IV uomo Ghersini; VAR Orsato, assistente Mondin)
Reti: 6’ Pulgar (autorete), 29’ Poli, 34’ Pulgar (r), 65’ Orsolini (B)
Ammoniti: 10’ Baselli, 75’ Nkoulou, 92’ Ola Aina, 95’ Berenguer (Torino), 41’ Soriano, 50’ Sansone, 56’ e 87’ Lyanco (B)
Espulsi: 87’ Lyanco (B) per doppia ammonizione, 92’ Ola Alina (T) per doppia ammonizione

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.