Viareggio Cup, Bologna-Sporting Braga 1-0: Ancora, meravigliosamente, Cossalter! Entra, segna e porta i felsinei in semifinale Bologna FC

Viareggio Cup, Bologna-Sporting Braga 1-0: Ancora, meravigliosamente, Cossalter! Entra, segna e porta i felsinei in semifinale

Scritto da  Mar 22, 2019

Anche questa, sulla carta, come poteva essere per la partita contro il Dukla Praga, sembrava un match abbordabile. Attenzione: abbordabile, non facile, perché, andando a leggere il cammino che ha portato i portoghesi fino ai quarti di finale, scopriamo che la squadra di mister Amorim si è qualificata prima nel girone, addirittura davanti anche all’Inter (per differenza reti, ma poco importa).
Tre giorni fa, invece, ha dovuto lottare fino ai rigori per avere ragione sul Sassuolo. Insomma, se una squadra arriva fino a più di metà dell’intero cammino, dimostra a priori che ci può stare appieno.
Piccola statistica: dal 19 maggio, il Braga ha perso solamente quattro partite in tutte le gare che ha giocato.

Allo stesso tempo, che ci può stare appieno l'ha dimostrato anche il Bologna. La squadra di Troise, finora, ha centrato quattro vittorie di fila, subendo appena due gol (entrambi con la Ternana) e segnandone addirittura dieci. Nell’ultima uscita, quella del 19 marzo, i felsinei si sono imposti per 2-0 con i cechi, sì grazie ai gol di Stanzani e Cossalter, ma anche fornendo una prestazione davvero maiuscola di tutti i giocatori chiamati in causa. Rispetto a quest'ultima partita, il mister inserisce dal 1’ Ruffo Luci e Barnabà, portandosi in panchina Nivokazi e Farinelli, due terzi del “vecchio” tridente d’attacco, e alzando Stanzani sulla stessa linea di Rabbi.

Nel primo tempo, i portoghesi soffrono, ma – complice anche l’imprecisione del Bologna – riescono ad andare sul riposo con uno 0-0 che sembra stare largo. Dopo una prima mezz’ora di studio, infatti, i felsinei hanno trovato più volte il canale preferenziale che li hanno portati davanti a Ribeiro, con l’estremo difensore lusitano sempre pronto a negare la gioia del gol a Stanzani (due volte) e Rabbi.
La seconda frazione di gioco vede, fin da subito, la classica girandola di cambi: mister Troise deve gestire bene le energie e, su tutti, decide di sostituire Rabbi e Stanzani per Nivokazi e Cossalter, cercando di dare freschezza all’attacco. Al 73’, tuttavia, dopo una prima mezz’ora opaca, è il Braga che rischia di mettere il segno +1 sulla gara: su sviluppo di calcio d’angolo, Fantoni viene anticipato, di testa, da Soares, ma per fortuna dei felsinei il pallone colpito dal portoghese si spegne sul palo.
Quando il match sembrava rimandare l'epilogo oltre il 90’, ecco che il neo entrato Cossalter sfrutta – dopo la traversa colpita da Nivokazi – il tap-in vincente per portare i rossoblù alla vittoria! Ancora, meravigliosamente Alex Cossalter, dopo aver firmato il gol della sicurezza contro il Dukla Praga, si conferma essere tornato in grandissima forma dopo l'infortunio.

Molti dicevano che questa squadra, nel campionato di Primavera2, aveva come minimo obiettivo quello di arrivare capolista, perché – effettivamente – la categoria può stare stretta. In pochi, però, avrebbero immaginato un cammino fino in semifinale. L’appuntamento per staccare il pass per la finale sarà lunedì pomeriggio, ancora contro il Bruges, sconfitto nel girone eliminatorio per 1-0. Siamo tutti convinti che sarà un’altra partita, ma abbiamo altrettanta certezza che questa squadra se la può giocare!


TABELLINO

BOLOGNA-SPORTING BRAGA 1-0

BOLOGNA: Fantoni; Kastrati, Cassandro, Busi; Barnabà (77′ Farinelli), Koutsoupias, Mazza, Ruffo (68′ Piccardi), Visconti; Rabbi (55′ Nivokazi), Stanzani (55′ Cossalter). All.: Troise.
SPORTING BRAGA: R.Ribeiro; Caldeira, Lotitto (55′ Rodrigues), G.Soares, Vilela; Braga, Veiga (46′ Moreira), Santos (55′ Costa); Pelegrini (46′ E.Soares); Sanca (53′ E.Ribeiro), Formentini (55′ Oliveira). All.: Amorim.

Marcatore: 85’ Cossalter

Ultima modifica il Sabato, 23 Marzo 2019 10:01
Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.