Il Resto del Carlino - Troise: "C'è molta commozione, se lo meritano tutti" Pietro Pieralisi

Il Resto del Carlino - Troise: "C'è molta commozione, se lo meritano tutti"

Scritto da  Mar 28, 2019


Dopo la vittoria contro il Genoa, alcuni protagonisti della gara (e dell'intera competizione) hanno lasciato le prime parole a caldo, riportate da Giacomo Guizzardi su "Il Resto del Carlino".
Cossalter: "Sono troppo contento, è un'emozione enorme. Sul gol non mi ero nemmeno accorto che il pallone fosse entrato, poi ho visto i miei compagni esultare. Ho passato un periodo non troppo facile: adesso ho tanta voglia di giocare, non nascondo che ci sono rimasto male per non essere partito titolare, ma bisogna trasformare la rabbia in altro. Questa partite bisogna giocarle col cuore".
Mazza: "E' una soddisfazione enorme, ci eravamo ripromessi di entrare nella storia. Il Bologna? Sono qui da 13 anni, questi colori sono diventati la mia seconda pelle. Con Troise ho un bellissimo rapporto: scherzavamo, mi diceva che la coppa era più alta di me".
Fantoni: "Quando ho parato l'ultimo rigore ero la persona più felice del mondo, anche perché non sono il mio forte. Pagliuca alla fine mi è saltato addosso, con lui vado molto d'accordo, mi dà parecchi consigli. Adesso pensiamo alla Salernitana, io lavoro ogni giorno per diventare quello che sogno".

In ultimi, Troise ("Felici e orgogliosi, c'è molta commozione, se lo meritano tutti. L'anno scorso non è stato un fallimento, ma un anno di crescita, io ringrazio la società che ha continuato a credere in me") e Corazza, il responsabile del settore giovanile ("C'era fermento per riaprire questa bacheca, che finalmente si è spalancata").

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.