Bologna-Sassuolo: le probabili formazioni Sara Melotti per 1000 Cuori Rossoblù

Bologna-Sassuolo: le probabili formazioni

Scritto da  Mar 31, 2019

Si torna in campo, finalmente. Dopo la sbornia per il successo della Primavera al Torneo di Viareggio, si torna al calcio giocato anche per quanto riguarda i "grandi", impegnati nell'importantissima sfida contro il Sassuolo.
La sfida del Dall'Ara, in caso di vittoria dei rossoblù, potrebbe far cambiare volto alla classifica. L'Empoli, infatti, ieri è stato sconfitto allo Juventus Stadium, quindi va da se che un successo dei ragazzi di Mihajlovic concretizzerebbe un sorpasso sui toscani.
Dare per scontata però la sfida di quest'oggi è il vero errore che il Bologna potrebbe fare, perché il Sassuolo è si una squadra in difficoltà che non vince da poco più di 2 mesi, ma nel corso del campionato si è dimostrata una squadra qualitativa, solida ed organizzata, guidata in un modo quasi impeccabile da un De Zerbi fin qui molto bravo.

Dopo la sosta bisogna sempre valutare la reazione, anche fisica, che hanno i ragazzi. L'aspetto positivo che riguarda i rossoblù è quello di non aver perso nessuno per infortunio. Non si è riusciti a recuperare Santander, ma del resto saranno tutti a disposizione, oltre allo squalificato Lyanco.
Per il Sassuolo indisponibili solo Adjapong e Brignola, del resto tutti disponibili, con Duncan e Berardi che hanno recuperato in fretta dalle noie fisiche.

Ecco quindi i probabili 11 che manderanno in campo i due allenatori:

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Helander, Dijks; Poli, Pulgar; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Ferrari, Demiral, Rogerio; Locatelli, Sensi, Duncan; Berardi, Djuricic, Boga.

Per il Bologna dubbio in difesa, con Helander che parte davanti a tutti gli altri pretendenti per sostituire Lyanco. In mezzo al campo è vivo il ballottaggio tra Poli e Dzemaili, con il primo favorito dopo la rete contro il Torino, mentre in avanti l'unico che rischia il posto è Orsolini, in leggero vantaggio su Edera.

De Zerbi dovrà scegliere il ballottaggio che riguarda la difesa, con Demiral insidato da Magnani; mentre dal centrocampo in su potrebbe avere una chance Bourabia, in ballottaggio con Duncan, mentre in attacco De Zerbi si affiderà o al falso nueve Djuricic o a Babacar.

Sarà molto probabilmente un match aperto e divertente. Le due squadre sanno e vogliono giocare al calcio, con due allenatori con idee simili. Il calcio di De Zerbi punta più al possesso mentre quello di Mihajlovic alla verticalità, ma come aggressività soprattutto senza palla e nello spirito propositivo in fase di attacco i due mister hanno tante somiglianze.
I rossoblù saranno sicuramente più motivati, ma occhio anche all'orgoglio dei neroverdi, che vorranno rifarsi della brutta prestazione contro la Samp prima della sosta, in cui i ragazzi di De Zerbi persero per 3 a 5 al Mapei Stadium.

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.